martedì 03 agosto 2021

scritto da .

O'Re Maisto saluta L'Aquila: 'Gli anni più belli della mia carriera'

O'Re Maisto saluta L'Aquila: 'Gli anni più belli della mia carriera' O'Re Maisto saluta L'Aquila: 'Gli anni più belli della mia carriera'

Pasquale Maisto saluta L’Aquila. Le strade tra il club del capoluogo e l’attaccante di Orta di Atella si separano dopo tre anni. Un’esperienza che come abbiamo avuto modo di scrivere attraverso la rubrica ‘Raccontiamoli’ (leggi qui), era iniziato per puro caso. L’Aquila, durante il campionato di Prima Categoria, aveva perso per infortunio Torre durante il match di Castel di Sangro contro il Barrea e doveva buttarsi sul mercato per trovare un nuovo attaccante. Ecco che il 9 ottobre del 2018, il campano viene ufficializzato al Gran Sasso e debutterà contro la Virtus Pratola a cui infliggerà una tripletta. 76 i gol messi a segno da Maisto in questi tre anni, laureatosi capocannoniere della Prima Categoria abruzzese nella stagione 18/19 e della Promozione nella stagione 19/20. Tanti successi e anche qualche amarezza, come l’ultimo mini torneo in cui L’Aquila non è riuscita ad ottenere la promozione in Serie D. Maisto ha comunque scritto una pagina importante della rinascita rossoblu dando un grande contributo a riportare il club in Eccellenza al punto da tale da essere stato ribattezzato dalla tifoseria O’Re. L’attaccante ha voluto salutare per l’ultima volta la piazza:

A L’Aquila sono cresciuto come calciatore, ma soprattutto come uomo. Ringrazio tutte le persone che mi sono state vicine, sia nei momenti positivi che in quelli negativi. Ricordo ancora la rovesciata contro il Pratola al mio esordio, così come ogni gol in rossoblu fino all’ultimo segnato contro il Lanciano. Speravo di lasciare questa città in un altro modo. Ho dato sempre tutto per questa maglia e penso che questi tre anni al capoluogo siano stati i più belli della mia carriera. L’Aquila sarà sempre casa mia e spero che potrà salire nelle categorie che gli competono, perché questa piazza se lo merita. Ora sono pronto per una nuova avventura”.




© riproduzione riservata