venerdì 22 novembre 2019

scritto da .

Terza Categoria. Pescina prendi tutto, ai biancazzurri il titolo di campioni provinciali.

Terza Categoria. Pescina prendi tutto, ai biancazzurri il titolo di campioni provinciali. Terza Categoria. Pescina prendi tutto, ai biancazzurri il titolo di campioni provinciali.

Il Pescina non si accontenta del campionato e ai rigori si aggiudica anche il titolo di campione provinciale battendo ai rigori il San Francesco.

Al Barbati di Pescina si respira aria di festa e a contendersi la "Supercoppa" di Terza Categoria sono le due vincenti dei rispettivi gironi A e B.

Si parte subito con gli ospiti guidati da mister Narducci in avanti con Prosia che sventa più di un'occasione pericolosa da parte degli ospiti.

Al primo ribaltamento di fronte è poi il Pescina ad avere la palla del vantaggio, Mostacci viene atterrato in area da Torlone e il sign. Damiano Stefano dell'Aquila indica il dischetto, dagli undici metri si presenta Di Salvatore che prova un goliardico cucchiaio bloccato senza problemi da Rispoli.

E' il preludio al gol, al 17' è lo stesso bomber Di Salvatore che raccoglie un cros di Mastrone e al volo supera l'estremo aquilano.

La partita continua e tra un ribaltamento di fronte all'altro si arriva alla fine della prima frazione.

Il secondo tempo si apre cosi come era cominciato il primo, questa volta però il San Francesco vede premiare i propri sforzi e con Quinque perviene al pareggio dopo appena tre minuti.

Gli ultimi minuti di gioco vedono i ragazzi di mister Narducci più pimpanti rispetto ai padroni di casa, ieri in casacca gialla, ed è grazie a due belle parate del giovanissimo Prosia se i 90' terminano con il risultato di 1-1.

Scongiurati i supplementari si arriva alla lotteria dei rigori, con il San Francesco che dagli undici metri è parso poco determinato.

Si comincia con Ledipi che manda la palla sul palo e Odorisio che insacca sotto la traversa il primo rigore del Pescina.

Nella seconda turnazione dei rigori è ancora il San Francesco a pagare dazio, questa volta è l'estremo di casa Prosia che neutralizza il tiro del capitano aquilano Cecala.

Dopo i due errori aquilani è la volta del Pescina che pareggia i conti fallendo due rigori consecutivi, il primo ed unico rigore messo in rete dagli aquilani è ad opera del numero otto Bonomo.

Non è però giornata per il San Francesco che fallisce altri e due rigori dopo quello messo a segno da Mirko Bonomo, è cosi il Pescina a fare festa e ad aggiudicarsi il titolo di campione provinciale.

Il Tabellino della gara

Pescina - San Francesco 2-1 D.c.r. (1-0), (1-1)

Pescina (4-3-3): Prosia, Zaurrini, Odorisio, Vernarelli, Tucceri, Genovese,(4'st,Mastrone D.) Mastrone A.(23'st Delle Spine), Matrone, Sbattella (12'st,Fallucchi) Di Salvatore, Mostacci. A disp. Gigli, Di Nicola, Taglieri, Valente. All. Di Nicola

San Francesco (4-3-3): Rispoli, Torlone, Ponziani,Quinque, De Meo, Cecala, Di Salvatore,Bonomo, Mbaye Mame Libasse, Lepidi, Ibisi (7'st, Iuculano). A Disp. Colaiuda, Marinacci, Ponziani D., Marini, Ghilarducci, Massari. All. Narducci.

Arbitro: Damiano Stefano (L'Aquila)

Marcatori:27' Di Salvatore, 3'st Quinque.

Note: Spettatori 200 circa con una ventina di tofosi venuti dall'Aquila.

Al 15' Rispoli neutralizza un rigore a Di Salvatore.




© riproduzione riservata