giovedì 21 novembre 2019

scritto da .

Terza Categoria B. A Pescina riparte la scalata, Di Nicola è un fiume di gioia.

A destra il mister del Pescina Andrea Di Nicola A destra il mister del Pescina Andrea Di Nicola

La scalata del Pescina è iniziata, il diciottesimo successo stagionale coincide con la promozione in Seconda Categoria e che la festa possa avere inizio.

Emozionato e carico di ringraziamenti è il mister Andrea Di Nicola che alla sua prima esperienza su una panchina centra un'obiettivo non prefissato ad inizio stagione.

"Sono ora la persona più felice del mondo, non capita tutti gli anni di vincere un campionato per lo più se fatto alla prima esperienza su una panchina prstigiosa come lo è per me quella del Pescina" esordisce Di Nicola.

"Sono orgoglioso di aver allenato questi ragazzi che prima di essere giocatori si sono rivelati uomini, abbiamo trionfato in un campionato dove insieme a noi c'erano formazioni ben più quotate come Deportivo e Civitella che già da qualche anno provano il salto di categoria.

Lo abbiamo oltretutto fatto a costo zero,senza che nessuno percepisse rimborsi, questa è stata una vittoria frutto di sacrificio e sudore di un anno intero con alle spalle una società fantastica guidata dal nostro presidente Nino Tarola che dopo quattro anni di inattività ha riportato il calcio nella città di Pescina.

Quello che abbiamo vinto è stato un campionato combattuto, con il Deportivo che non ha mai mollato anche quando tra noi e loro c'erano sette punti di differenza, abbiamo poi perso due partite ed abbiamo dato modo a loro di poterci prima recuperare e poi superare.

Dopo quel momento siamo stati anche noi bravi a non mollare quando magari lo sconcerto avrebbe potuto giocarci un brutto scherzo, ora a Pescina si respira aria nuova e tutto questo grazie a questa fantastica società".




© riproduzione riservata