domenica 15 settembre 2019

scritto da .

Terza Categoria A. San Francesco scappa, notte fonda per Forconia, Sangregoriese ed Arischia

Terza Categoria A. San Francesco scappa, notte fonda per Forconia, Sangregoriese ed Arischia Terza Categoria A. San Francesco scappa, notte fonda per Forconia, Sangregoriese ed Arischia

Un fortunoso gol di Lepidi e la doppietta di Libasse permettono al San francesco di festeggiare nella partitissima di giornata contro l'altra diretta concorrente Coppito.

Vittoria che permette cosi ai padroni di casa di confermare il primo posto in classifica e scrollarsi di dosso almeno la pressione di una delle due inseuitrici, resta col fiato sul collo però il Genzano.

Squadra di mister Vittorini che passa con un tipico risultato all'inglese su un Forconia entrato ormai in una crisi che più profonda non si può, ci pensa il centrocampista Del Pinto a portare in vantaggio i rossoblù al 20' del primo tempo, raddoppia alla mezz'ora del secondo Giovanni Ippoliti che chiude cosi la pratica Forconia.

Cade inaspettatamente l'Arischia che, si non stava attraversando un momento di forma (1 punto nelle ultime tre partite prima di ieri), ma ieri poteva essere la partita per tornare a respirare aria di vittoria, ed invece è arrivato lo 0-3 a favore degli ospiti fanalino di coda del girone A.

L'altro colpaccio di giornata lo fa l'Altopiano di Navelli su un'altra formazione in crisi nera come la Sangregoriese, un 2-1 che fa definitivamente tramontare i sogni play off della neodecaduta, ammesso che qualche quest'ultimi ancora erano vivi all'interno dello spogliatoio di mister Bontempo.

Nell'altro anticipo delle 11 cade anche lo Scoppito, Romano risponde al vantaggio siglato al minuto 24' da Pelosi, ci pensa poi Ippoliti al 68' a firmare la definitiva vittoria dei padroni di casa.

Edoardo Sfarra, e Nazzareno Ciccozzi permettono al Roio di vincere la terza partita nelle ultime quattro gare, e complice la nuova sconfitta dello Scoppito, nulla vieta di mettere un pensierino sull'ultimo gradino dei playoff.




© riproduzione riservata