sabato 26 settembre 2020

scritto da .

Seconda Categoria B. Il punto sulla 21^giornata: Virtus Pratola e Moro Paganica sul carro dei vincitori

Ha riposato il Monticchio 88 Ha riposato il Monticchio 88

L’aria di festa portata dal Carnevale non distrae le prime due della classe Virtus Pratola e Moro Paganica che, nonostante due impegni delicati in trasferta, conquistano tre punti d’oro.

Il team peligno di mister De Amicis vince e convince tutti, in quanto la sconfitta di misura a Scafa, l’unica, è stata solo un piccolo incidente di percorso e su un campo difficile come quello del Bussi, quarto in classifica, ha sfoderato una prestazione di potere, trascinata dal bomber Gianlorenzo D’Andrea, che contro la formazione pescarese ha siglato la ventesima rete stagionale. È stato proprio un colpo di testa dell’ariete pratolano su assist di Ademovski a sbloccare la contesa al ’27. Poi al ’35 è stato capitan Tofano a mettere in cassaforte il risultato e non è servito a nulla il gol bussese ad inizio ripresa firmato D’Antonio per il definitivo 1 a 2.

Enorme soddisfazione anche in casa Paganica, che da un calcio al recente passato e trasforma la sua rabbia per il punto di penalità in un poker ai danni dei cugini del San Demetrio. Purtroppo per la truppa vestina non c’è stata storia nemmeno al ritorno e, dopo il 7-0 dell’andata, i biancorossi di mister Scimia vanno in rete quattro volte con Iovenitti, Miccadei, Gabriele e Giambernardini.

A Carnevale ogni scherzo vale, se non fa male. È quello che cantano i giocatori del Pitinum Abruzzo Medici al Decontra Scafa di mister Tonino Martino, che solo due settimane fa, in casa, aveva battuto la capolista. Stavolta invece sul sintetico di Scafa, nell’anticipo del sabato, il Decontra non è riuscito ad andare oltre lo 0 a 0 contro gli aquilani del Pitinum. Il pari sta addirittura stretto agli ospiti che, nel finale di partita, si mangiano un gol praticamente fatto con Fardello, che grazia così gli scafesi, i quali rallentano la corsa alla seconda posizione, ora distante due lunghezze.

Bagarre a tre per la quinta posizione utile per gli spareggi playoff: Cugnoli, Spoltore e Bugnara, non deludono le aspettative e non falliscono l’appuntamento con i tre punti tra le mura amiche.

Il Cugnoli si sbarazza dell’Aurora Sulmona con un secco 3 a 0. La contesa si risolve nella ripresa grazie ai gol siglati Di Cecco e Di Francesco, autore quest’ultimo di una doppietta.

Lo Spoltore supera a fatica il Villa Sant’Angelo e per due volte passa addirittura in svantaggio. L’aquilano Marcocci dopo un quarto d’ora sblocca il risultato, che viene riportato in parità da De Amicis che alla mezz’ora realizza un rigore. Al ’55 è Roselli a firmare il nuovo vantaggio ospite, ma Dragan, al terzo gol consecutivo, ristabilisce subito la parità. Lo spoltorese Agresta rompe gli indugi e col secondo rigore di giornata porta la contesa sul 3 a 2 per i locali. Allo scadere Pieri cala il poker del definitivo 4 a 2, che mantiene lo Spoltore di mister Masciovecchio a -3 dal Cugnoli. Il Bugnara insegue con un gap di quattro punti dalla zona playoff e archivia la pratica Piano D’Orta nella prima frazione. Di Pietro e due volte Cardilli siglano il tris della Federlibertas, che si sarebbe trasformato in un poker se Casanova non avesse fallito un rigore. Nella ripresa inutile gol della bandiera per i pescaresi di Tatangelo che fissano il risultato sul definitivo 3 a 1.

A salire sul carro dei vincitori e conquistare l’oscar di giornata è senza dubbio il Castelvecchio di mister Fausto Sarra che ne fa “cinque” a tutti gli effetti. Infatti la tripletta di Liberatore, al sesto centro stagionale, i gol di Ricotta e Fjodorov non solo surclassano la malcapitata Lettese in rete con De Santis (5 a 1 il finale), ma confermano l’ottimo stato di forma della compagine subequana, che ha centrato la quinta vittoria consecutiva, abbandonando finalmente le zone basse di classifica.




© riproduzione riservata