domenica 25 ottobre 2020

scritto da .

Miccichè, ancora tu! L'Aquila in dieci sbanca Nereto (0-2)

Miccichè, ancora tu! L'Aquila in dieci sbanca Nereto (0-2) Miccichè, ancora tu! L'Aquila in dieci sbanca Nereto (0-2)

Dopo il doppio pari a reti inviolate, L’Aquila finalmente trova la vittoria e lo fa in trasferta battendo per 0-2 il Nereto in inferiorità numerica. Una vittoria importante, con i rossoblu che si confermano al secondo posto, dietro alla capolista Flacco. Per la sesta volta consecutiva, gli uomini di Cappellacci mantengono la porta inviolata. Una vittoria che porta di nuovo la firma di Miccichè.

Panchina in casa Nereto per Rodia e per Gardini, con Vagnoni che si affida in avanti alle giocate dell’ex Di Benedetto, Di Curzio e Cerasi.

La novità in casa L’Aquila riguarda l’utilizzo di Altares come regista di centrocampo. In avanti Di Paolo torna  titolare assieme a Miccichè e a Pellecchia (all’esordio dal 1’).

Il match si sblocca al 18’ dopo che 2’ prima il direttore di gara concede la massima punizione agli ospiti per un fallo di Succi di Di Paolo. Dal dischetto Catalli si lascia neutralizzare da Gagliardini, ma in ribattuta il solito Miccichè riesce a centrare il bersaglio grosso. Sul finire della prima parte di gioco, L’Aquila va vicina al 2-0: la rovesciata di Pellecchia funge da assist per Di Paolo ma che al volo non inquadra la porta.

Nella ripresa L’Aquila resta in dieci per l’espulsione di Di Paolo (67’), per un fallo su Nepa. Nereto vicino al pareggio con il pallonetto di Di Benedetto, ma Domingo respinge in corner. Al minuto 81 il club del capoluogo in inferiorità numerica trova il raddoppio: azione personale di Di Norcia che va a servire Miccichè che per la seconda volta in partita supera Gagliardini.

L'Aquila che dedica la vittoria di questo pomeriggio al tifoso Arnaldo Di Loreto. Il sodalizio che augura allo stesso Di Loreto di tornare allo stadio il più presto possibile. In un momento così difficile l'auspicio è che riesca ad uscirci più forte di prima.




© riproduzione riservata