venerdì 30 ottobre 2020

scritto da .

Cappellacci:'A Nereto è l'occasione giusta per dimostrare chi siamo'

Cappellacci:'A Nereto è l'occasione giusta per dimostrare chi siamo' Cappellacci:'A Nereto è l'occasione giusta per dimostrare chi siamo'

Dopo gli ultimi pareggi a reti inviolate, la vice capolista L’Aquila è chiamata a cambiare passo.  Il club del capoluogo deve ancora ingranare da un punto di vista dell’incisione. Domani una trasferta difficile per Catalli e compagni, che affronteranno il Nereto di Roberto Vagnoni.

 

Il Nereto è una squadra forte”, commenta mister Cappellacci. “Hanno giocato bene tutte le gare, anche la prima, dove hanno perso, ma non lo meritavano. Fanno risultato in qualsiasi maniera, hanno un bravo allenatore e sicuramente lotteranno per il vertice fino alla fine. Noi abbiamo diversi acciacchi, giocheremo in un campo ostico per tanti aspetti. È l’occasione giusta per dimostrare di che pasta siamo fatti.”

Tra le fila vibratiane, figurano gli ex Di Benedetto e Alfonsi, lo scorso anno a L’Aquila in Promozione. “Sono due giocatori di qualità con attitudini offensive. Non sono andati via perché a me non piacevano, ma perché si fanno delle scelte. Di Benedetto andò via perché decidemmo di prendere una prima punta, ma lui resta un giocatore di categoria superiore e che io ho voluto a L’Aquila a tutti i costi e in quella parentesi ha fatto bene. Alfonsi ha avuto poco spazio, non sempre a me piaceva in alcune  situazioni dove lui poteva essere più incisivo, ma sono sicuro che lo diventerà. Ha tutte le qualità per diventare un giocatore forte.”

Nella gara contro l’A&S, il gioco partiva spesso da Altares e non da Steri, anche se magari il sardo può essere l’uomo in più per questa L’Aquila. Questo il commento del tecnico di Tortoreto:

 “Steri è un ragazzo di un altro spessore, è un gran giocatore sia da un punto di vista umano che tecnico. Sto tardando a metterlo in quel ruolo, perché lui ha abitudini diverse rispetto a quelle che ho io sul centrocampista centrale. Steri sa fare sia il regista che l’intenditore. Sono convinto che sarà un giocatore importante per L’Aquila.”

Tante le defezioni per i rossoblu. Risentimento all’adduttore per Maisto, out anche Bisegna per fastidi muscolari. Non benissimo anche Lenart, Rosano e Di Paolo. Torna Venneri dalla squalifica. Si va verso un 4-3-3 con con Di Sante, Miccichè e uno tra Pellecchia e Di Paolo.




© riproduzione riservata