Wednesday 15 July 2020

scritto da .

La Selva e L’Aquila ai saluti: ‘Pronto per un nuovo progetto’

La Selva in azione (foto Di Meo) La Selva in azione (foto Di Meo)

Altro addio in casa L’Aquila. Si separano le strade del club del capoluogo e di Andrea La Selva, uno dei protagonisti della cavalcata che ha portato i rossoblù in Eccellenza con 15 reti in 21 incontri disputati. 

L’esterno offensivo classe '93, al secondo campionato di fila vinto dopo l’esperienza di due stagioni fa a Lanciano con 27 reti stagionali (22 in campionato, 5 in Coppa Italia), è ora disponibile all’ennesima avventura: “Spero in un progetto importante - racconta La Selva ad Atuttocalcio - I fatti credo parlino da soli. Spero di trovare qualcuno pronto ad investire sulle mie qualità, magari anche in categoria superiore”. 

Esterno destro spesso utilizzato a piede invertito sulla fascia mancina, La Selva è abile nell’uno contro uno e nel rientrare per arrivare alla conclusione o per dettare l’ultimo passaggio.

Nel curriculum di La Selva trovano spazio le esperienze con il Francavilla dell'allora tecnico Mecomonaco, quelle con la Nazionale Under 17 di Giancarlo Magrini e con la Primavera del Chievo, dove disputò l'intera stagione 2011-12.

Rientrato in Abruzzo passa nel professionismo, con la casacca del Chieti (Serie C2), dove milita le due seguenti stagioni. Nel campionato 2015-16 si trasferisce alla RC Angolana, con la cui maglia sfiora l'accesso ai play off d’Eccellenza. Poi Paterno, Pomezia, Miglianico e Lanciano. Va ricordato che nelle stagioni di Francavilla, Paterno, Pomezia e Miglianico il calciatore ha fornito 74 assist decisivi. 




© riproduzione riservata