sabato 26 settembre 2020

scritto da .

Un anno fa Angizia promossa in Eccellenza. Giordani:'Un miracolo sportivo'

Un anno fa Angizia promossa in Eccellenza. Giordani:'Un miracolo sportivo' Un anno fa Angizia promossa in Eccellenza. Giordani:'Un miracolo sportivo'

Ore 17:54 del 28 Aprile 2019. Il triplice fischio del Signor Esposito di Pescara, al termine del match tra Angizia Luco e Morro D'Oro (terminato 2-1 in favore dei locali), regala vittoria del campionato di Promozione e conseguente approdo nel torneo di Eccellenza ai marsicani. Un successo figlio di una sinergia cresciuta, gara dopo gara, tra la squadra ed il tecnico Gianluca Giordani, bravo a metterci del suo sia sul campo che al di fuori. Il ruolo di leader silenzioso riconosciutogli dallo spogliatoio, inevitabilmente, gli hanno conferito i gradi di condottiero. Ad un anno esatto da quel pomeriggio, che resterà impresso nella storia del calcio luchese, abbiamo voluto sottoporre lo stesso tecnico ad alcune domande. Scopriamo cosa ha risposto.

-Mister, partiamo dalla fine: che impressione ha avuto del torneo di Eccellenza?

"Un gran bel campionato, con società attrezzate, calciatori forti e allenatori molto preparati. Una bellissima esperienza interrotta, giustamente, dal Covid-19. Speriamo in futuro di viverne altre".

-Qual è stata la squadra che l'ha maggiormente colpita?

"Senza dubbio il Castelnuovo. A livello di gioco, però, dico Torrese".

-Tra i calciatori invece?

" Miccichè (che conoscevo) e Miani hanno mostrato di essere elementi di assoluto valore, anche se la mia scelta ricade su Petronio della Torrese e Farindolini dello Spoltore. Ultimo, ma non per importanza, il nostro Vincenzo Imbriola: il difensore più forte della categoria".

-Capitolo under, chi prenderebbe nella sua squadra?

"Mosca (Torrese) e Maggiore (Spoltore), entrambi del 2001, anche se il mio preferito è il terzino del Castelnuovo, Sanseverino".

-Trentasei punti raccolti a sei giornate dal termine. Come può definirsi la stagione dell'Angizia Luco?

"Positiva. Sopra le righe nella prima parte, grazie alla bravura dei ragazzi. La sessione invernale di mercato, però, ci ha privato di tre di elementi importanti, quali Sinato, Stornelli e Guerra. Con una rosa a quel punto ridotta abbiamo accusato".

-28 Aprile 2019. Una data importante nella storia del calcio luchese. Un successo firmato Gianluca Giordani…

"Non è stato il successo del sottoscritto, ma di un gruppo di ragazzi eccezionali. Le basi per la vittoria del campionato, a mio avviso, sono state gettate al termine del girone di andata nel momento in cui, onestamente, non avevamo una rosa attrezzata per vincere. La svolta si è avuta con gli arrivi di Moro e Mauti; quest'ultimi, insieme  a Venditti, Ciaprini e Margagliotti, ci hanno dato la spinta decisiva. Le problematiche con le quali siamo stati costretti a convivere hanno impreziosito il risultato ottenuto. Parlare di miracolo sportivo non è azzardato".

 




© riproduzione riservata