mercoledì 29 gennaio 2020

scritto da .

Nuova Sant supera la Rosetana con un poker di Di Blasio

Nuova Sant supera la Rosetana con un poker di Di Blasio Nuova Sant supera la Rosetana con un poker di Di Blasio

I ragazzi di Mister Barnabei incappano in una giornata storta in cui gira poco e niente. Dall’altro lato del ring, invece, una Nuova Santegidiese cinica e spietata porta a casa 3 punti meritati.

Innanzitutto, sono da menzionare alcune importanti defezioni per entrambe le formazioni: De Rosa, tra le fila della Rosetana, Beati e Traini per i giallorossi. Venendo alla cronaca, il match nella prima mezz’ora si dimostra scoppiettante ed equilibrato, lasciando già intendere quali saranno i suoi protagonisti: Alessandro Mauti e Lorenzo Di Blasio. Proprio quest’ultimo da il via alla “sagra del gol” al 33’, correggendo in rete un tiro di Fini, e al 42’, quando bissa approfittando di un’incertezza di D’Ilario. La Rosetana, dunque, chiude il primo tempo sotto 2-0.

La seconda frazione si apre esattamente come si era conclusa la prima e, cioè, nel segno di Di Blasio, che porta rapidamente i suoi sul 3-0. Guai però a dare per vinti i biancazzurri! I rosetani infatti, di lì in poi, cominciano a spingere con convinzione, trovando un calcio di rigore al 20’. Capitan Mauti è freddo dal dischetto e insacca la rete del 3-1 che riaccende le speranze. Gli uomini del Presidente Lamedica ci credono e vedono ricompensati i loro sforzi con un altro tiro dagli undici metri. Questa volta, però, Orsini sventa la conclusione del capitano e getta una secchiata d’acqua sul fuoco acceso dai biancazzurri. La Rosetana, a questo punto, accusa il colpo e la Sant ne approfitta per la quarta volta grazie a quella furia di Di Blasio. Il numero 10 di casa, infatti, porta a termine il suo one-man show con un gol da fuori area, il 18º del suo campionato. La partita termina così con un passivo di 4-1 per la Rosetana che conferma il trend negativo in Val Vibrata.

In conclusione, una partita dai mille volti, in cui gli errori individuali, il talento di Di Blasio e anche un pizzico di fortuna sono stati gli ingredienti per una “domenica nefasta”. Ora, con la stessa grinta vista nella reazione di oggi, è tempo di rimboccarsi le maniche in vista dell’affascinante scontro di mercoledì, quando al Fonte dell’Olmo arriverà la capolista L’Aquila 1927.

Rosetana: D’Ilario, Pedicone, Spahiu, Mauti, Rinaldi, Lahbi, Damizia (1’ s.t. Paesano), Massaroni (1’ s.t. Cichetti), Di Marco, Pavone (38’ s.t. Di Donato), Perini (27’ s.t. Malavolta).
A disposizione: Icaro, Iacovone, D’Andrea Ricchi, Belfiore, Lamedica.
Allenatore: Sonnino Barnabei

Nuova Santegidiese: Orsini, Bizzarri, Angelini (42’ s.t. Zenobi), Fabrizi, Tarquini M., Ciminà, Di Giorgio (43’ s.t. Moscarini), Pietrucci (38’ s.t. Celani), Pediconi (40’ s.t. Tarquini G), Fini, Di Blasio (35’ s.t. Cimiconi).
A disposizione: Carfagna, Di Girolamo, Traini M., Zenobi.
Allenatore: Vanni

Nuova Santegidiese-Rosetana: 4-1
Reti: 33’ p.t. Di Blasio (SANT), 42’ p.t. Di Blasio (SANT), 5’ s.t. Di Blasio (SANT), 20’ s.t. Mauti (ROS), 32’ s.t. Di Blasio (SANT)

Ammoniti: Tarquini, Ciminà, Pietrucci, Di Blasio (SANT), Lahbi, Massaroni (ROS)

Ufficio Stampa Asd Rosetana-Enrico Romanelli




© riproduzione riservata