lunedì 21 ottobre 2019

scritto da .

L’Aquila, Cappellacci: ‘San Gregorio è veramente forte, ma sono fiducioso'

L’Aquila, Cappellacci: ‘San Gregorio è veramente forte, ma sono fiducioso' L’Aquila, Cappellacci: ‘San Gregorio è veramente forte, ma sono fiducioso'

Domani alle 20 c’è grande attesa per il derby tra L’Aquila e la capolista San Gregorio.

L’Aquila è reduce dalla vittoria in esterna contro il New Club Villa Mattoni. Non una partita brillantissima da parte dei rossoblù, ma dove si evince la voglia della squadra di non arrendersi mai.

Di fronte una delle compagini più in forma del torneo, che ha battuto la Nuova Santegidiese e che attualmente è prima assieme al Mutignano e al Mosciano.

Fa poco testo essere capolista dopo 5 partite, ma non perché non lo meriti o perché non possano rimanere in testa fino alla fine, ma perché i valori devono ancora venire fuori in questo campionato.” Commenta il tecnico de L’Aquila Roberto Cappellacci. “Ma aldilà della classifica il San Gregorio è una squadra veramente forte e l’ abbiamo visto durante il confronto di Coppa Italia. Lì abbiamo intravisto che è una squadra solida, fisica, tra le più competitive in campionato.”

Due già i precedenti, quelli di Coppa Italia come anticipato dallo stesso tecnico di Tortoreto. Un doppio confronto sostanzialmente equilibrato visto che all’ andata finì 2-1 per i nerazzurri, risultato invertito al ritorno con L’Aquila che poi ebbe la meglio attraverso la lotteria dei calci di rigore. “In quelle due occasioni giocammo bene ed ero molto fiducioso, poi però in campionato abbiamo avuto delle ricadute e abbiamo fatto delle partite indecenti e anche quella di S. Egidio non abbiamo fatto bene anche se l’ abbiamo tenuta in vita con grinta e cattiveria. Quindi questa crescita io non l’ ho vista, crescita che invece ho visto nel San Gregorio. Però i ragazzi si stanno allenando bene e sono fiducioso di quello che stanno facendo e il gruppo ha dimostrato di essere unito, ma attualmente il San Gregorio è superiore a noi.”

Quando all’11, solito 4-3-3, Pizzola potrebbe tornare nel tridente con Maisto e La Selva e Rampini ritornare a centrocampo.

Pierluigi Trombetta




© riproduzione riservata