lunedì 21 ottobre 2019

scritto da .

Un'Agnonese forza 5, batte a domicilio la Sangiustese (3-5)

Foto repertorio Foto repertorio

Il preambolo griffato dallo spettacolo dei clown dottori provenienti dalla manifestazione cittadina internazionale di Clown & Clown è stato l’unico motivo per sorridere in casa Sangiustese.  Il Polisportivo si conferma terreno amico per l’Agnononese che dilaga 5-3, con una ripresa arrembante.  Dopo i primi dieci minuti si era già sull’1-1.  Al vantaggio granata ad opera di Kone aveva risposto immediatamente il solito Mingiano per il pari rossoblù.  Padroni di casa poco brillanti nei primi 45’, con gli altomolisani che spingevano di più l’acceleratore della grinta e del pressing, nonostante i calzaturieri volessero in ogni modo riscattare lo stop di Vasto. I 5 corner subiti contro gli 0 guadagnati nella prima frazione permettevano già di capire l’andamento generale del primo scorcio di gara, con Chiodini oltretutto più volte chiamato a fare gli straordinari.  Nulla che però lasciasse presagire la debacle successiva. Diverse le sorprese nell’undici di partenza di Senigagliesi, sempre fedele al consolidato 4-2-3-1, con Basconi a rilevare Orazzo e Mattia Palladini in luogo di Niane.  Annullata una rete ad Acosta (imprendibile sulle palle aeree) per una probabile spinta, i ragazzi di Marinelli vedevano materializzarsi il sorpasso ed accarezzavano il sogno del primo successo stagionale con Minacori che al 40’, complice un errore della retroguardia, beneficiava di uno splendido assist e siglava il 2-1.


Il vantaggio ed il predominio fisico granata diventavano più evidenti nella seconda frazione quando, pronti via, il colpo da biliardo di Acosta si insaccava per il 3-1.  Le marcature diventavano 4 pochi minuti dopo quando dal dischetto Allegra batteva Chiodini, mentre sul fronte opposto era il neoentrato Pomiro a guadagnarsi e realizzare un rigore per il 2-4.  Distanze subito ristabilite dagli altomolisani che con il micidiale tiro di Diarra portavano subito a tre le lunghezze di vantaggio.  Nel finale era un altro subentrato, Cerbone a fissare il definitivo 3-5 dagli undici metri, dopo che Konè in un altro paio di occasioni aveva graziato i locali e che lo stesso 20 rossoblù al fotofinish non riuscisse a concretizzare il possibile 4-5.

IL TABELLINO DELLA GARA

SANGIUSTESE – OLYMPIA AGNONESE 3-5 (2-1)

RETI: 6’ pt Kone, 8’ pt Mingiano, 40’ Minacori, 3’ st Acosta, 7’ st Allegra (rig), 12’ st Pomiro, 17’ st Diarra, 39’ st Cerbone (rig)

SANGIUSTESE (4-2-3-1): Chiodini, Zannini, Basconi, Perfetti (26’ st Doci), Mengoni (9’ st Patrizi), Scognamiglio, Pezzotti, Palladini Alessio, Mingiano (26’ st Cerbone), Palladini Mattia (9’ st Niane), Boschetti (10’ st Pomiro). A disposizione: Raccio, Orazzo, Ercoli, Romano. Allenatore: Stefano Senigagliesi.

O.AGNONESE (4-3-3): Mejiri, Diakite’, Nicolao, Viscovich, Frabotta (32’ st Colonna), Allegra, Diarra (26’ st Barbato), Pejic, Kone (16’ st Elefante), Minacori (42’ st Perkovic), Acosta (10’ st Konè). A disposizione: Kuzmanovich, Ballerini, Vogliacco, Rullo. Allenatore Mauro Marinelli.

ARBITRO: Sig. Mattia Nigro della sezione di Prato

ASSISTENTI: Sig.ri Simone Piomboni della sezione di Città di Castello e Maurizio Polidori della sezione di Perugia.


NOTE: corner 0-6; ammoniti Elefante, Alessio Palladini, Scognamiglio, Diarra, Mengoni ed Allegra; recupero 0’+5’.




© riproduzione riservata