giovedì 19 settembre 2019

scritto da .

Promo A, le teramane (al momento) con una marcia in più

Promo A, le teramane (al momento) con una marcia in più Promo A, le teramane (al momento) con una marcia in più

Dopo la 1^ giornata del girone A di Promozione, il dato inappuntabile è che stando ai tre confronti che coinvolgevano squadre della provincia de L’Aquila con quelle di Teramo, quest’ ultime attualmente sono più in forma.

A sorridere nel comprensorio aquilano sono soltanto il San Gregorio e il Pizzoli capaci a battere le due marsicane del torneo.

L’ Amiternina probabilmente paga lo scotto di aver iniziato con un po di difficoltà il mercato in entrata, così come la partenza di Romano in questi ultimi sgoccioli di mercato. Di fronte un Morro D’ Oro organizzato con idee chiare e che punterà ai piani alti della classifica. Nella tris delle sconfitte c’è anche il Tornimparte che comunque non soccombe clamorosamente contro un avversario di tutto rispetto come il Fontanelle.

Di certo ciò che balza all’ occhio soprattutto dopo la batosta di Scerne de L’Aquila è che programmare per tempo una stagione è cosa essenziale.

Petre si trasforma nel Piri della situazione, anzi fa meglio del bomber albanese segnando tre gol a L’Aquila come se fosse una semplice neopromossa. Due mesi e mezzo di trattative societarie vanno a influire sul mercato e sull’ inizio della stagione. La partita contro il Mutignano, mette in luce come la squadra deve ancora lavorare molto, è che deve calarsi nella categoria. Per certi aspetti l’ esordio in Promozione è stato ancora più scioccante rispetto a quello contro il Pizzoli. Sarà che il Mutignano ha creato e segnato di più. Cappellacci dovrà lavorare molto non solo sulla parte tecnica ma anche su quella mentale.

Ancora non si capisce chi realmente sia l’ erede di Cattafesta tra Barbato, Ranalletta e Sinopoli, e se Di Benedetto possa giocare più dietro per dare maggior esperienza a centrocampo e allo stesso tempo creare meno affollamento in avanti. L’ auspicio della piazza è che si tratti soltanto di un incidente di percorso, anzi che possa servire da stimolo per la prossima partita contro il Piano della Lente.

Nel frattempo a prendersi la scena è stata la Nuova Santegidiese che proprio contro i prossimi avversari de L’Aquila ha vinto 1-6. Vibratiani che hanno mostrato la forza che si diceva alla vigilia, nonostante il club sia ancora alla ricerca della ciliegina sulla torta in attacco.

Pierluigi Trombetta




© riproduzione riservata