giovedì 19 settembre 2019

scritto da .

La tifoseria rossoblù spinge per la nuove denominazione: L' Aquila 1927

La tifoseria rossoblù spinge per la nuove denominazione: L' Aquila 1927 La tifoseria rossoblù spinge per la nuove denominazione: L' Aquila 1927

Tornare al nome storico, questo il messaggio che la tifoseria rossoblù sta chiedendo a gran voce in questi giorni. Come noto la scorsa estate la nuova matricola del calcio cittadino venne ribattezzata Città di L’Aquila, visto che la vecchia società (L’Aquila calcio 127 srl) era all’ epoca dei fatti ancora esistente e quindi per via di regolamento, bisognava operare una distinzione da un punto di vista nominativo.

Ma con il definito fallimento del sodalizio rossoblù che la scorsa estate non perfezionò l’ iscrizione nel campionato di Serie D, adesso il cambio di nome può essere effettivo. È la stessa tifoseria aquilana ,come riportato in una nota Facebook pubblicata nella pagina “Che vuoi che sia in ogni categoria”, a spingere verso una denominazione che reincarni maggiormente la storia e la tradizione del calcio cittadino. Tenendo anche in considerazione che la denominazione “Città di” fù utilizzata proprio perché a causa della concomitanza con la 1927 srl , bisognava inserire un sostantivo visto che non era possibile chiamarla L’Aquila o a As L’Aquila.

In questi giorni a tenere banco è la trattativa con Franco Fedeli. Tuttavia per poter rendere effettivo un passaggio di quote bisognerà passare dall’ Asd alla Ssd.

Quindi la futura denominazione potrebbe essere L’Aquila 1927 Ssd, come la scritta sul nuovo logo pensato e ideato dai tifosi. La società attualmente presieduta da De Paulis ha mostrato volontà nel perfezionare questo passaggio, anche se il termne ultimo per poter procedere a ciò è fino al 24 giugno.

Pierluigi Trombetta




© riproduzione riservata