martedì 24 settembre 2019

scritto da .

Serie D. Le date della stagione sportiva e le novità.

Serie D. Le date della stagione sportiva e le novità. Serie D. Le date della stagione sportiva e le novità.

La serie D 2013/2014 iniziera’ domenica 18 agosto con il turno preliminare di Coppa Italia Dilettanti, mentre per la prima giornata del campionato si scenderrà in campo domenica 1 settembre. Le date saranno ufficializzate nelle prossime settimane, mentre per quanto riguarda la composizione dei gironi bisognera’ attendere il 10 di agosto (domande di ripescaggio entro il 4 luglio, iscrizioni dal 5 all’11 luglio, ricorsi alla Covisod avverso le esclusioni entro il 23 luglio).

Il 30 luglio il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti comunichera’ l’elenco delle societa’ escluse mentre nella prima settimana di agosto l’organico verra’ integrato con eventuali ripescaggi e con societa’ di nuova affiliazione. Pertanto dopo la  prima decade di agosto si conosceranno la composizione dei nove gironi e gli abbinamenti di Coppa Italia.

Con la riforma della Lega Pro, ci saranno diciotto retrocessioni dalla Seconda Divisione al campionato di serie D stagione 2014/2015,  non ci saranno retrocessioni aggiuntive in Eccellenza, ma cambiera’ la formula di svolgimento dei play-out in serie D. Previste gare di sola andata sul campo della squadra meglio classificata ed in caso di parita’, al termine dei novanta minuti, si giocheranno due tempi supplementari. Si salverà la casa di casa se il segno X permarrà anche dopo il centoventesimo minuto. 

Novita’ anche sul fronte tesseramento stranieri: dalla prossima stagione sportiva ogni club potrà tesserare, entro il 31 dicembre, due calciatori extracomunitari ed un numero illimitato di calciatori con cittadinanza comunitaria anche se gia’ tesserati all’estero. Quest'ultimi potranno essere trasferiti e/o svincolati nel corso della stagione sportiva.

Riforma in vista in serie D per l’articolo 94 ter delle N.o.i.f.(accordo economico tra societa’ e calciatori dilettanti). L'intenzione del Consiglio Federale è di mantenere  l'obbligo dell'accordo nella sua precedente formulazione varando però i termini del deposito che verranno uniformati per entrambe le parti.




© riproduzione riservata