martedì 20 agosto 2019

Eccellenza

scritto da .

Coppa Italia. L'Amiternina alza il trofeo. Al Chieti non basta il 2^tempo

Coppa Italia. L'Amiternina alza il trofeo. Al Chieti non basta il 2^tempo Coppa Italia. L'Amiternina alza il trofeo. Al Chieti non basta il 2^tempo

La maledizione delle finali perse continua. Dopo quella dello scorso anno contro il Real Giulianova persa ai rigori, questa volta e’ l’Amiternina ad alzare la Coppa Italia regionale vincendo 2 a 0, ed accedere cosi’, alla fase nazionale dove affronterà il Tre Pini Matese. E’ stato fatale ai neroverdi l’approccio soft al match, esattamente come accaduto tre giorni fa in campionato a Scoppito, subendo il gol in avvio di gara. Il copione si e’ ripetuto questa sera con il gol siglato da Di Alessandro dopo cinque giri di lancette. Questa volta, pero’, i ragazzi di Angelone si sono difesi con ordine per tutto il primo tempo, complice un Chieti F.C. timido. Nella ripresa c’e’ stata la reazione neroverde che ha prodotto tante palle gol, con il portiere scoppitano Rossettisugli scudi e il clamoroso salvataggio sulla linea di porta di Carbone sul tiro del neo entrato Calvarese, oltre alla tanta pressione nella metà campo avversaria come testimoniano i ben 14 angoli complessivi battuti da Micciche’ e compagni. Ma la storia della finale non è cambiata. In pieno recupero e’ arrivato il raddoppio di Facecchia in contropiede. Da segnalare la grande sportività del pubblico di fede neroverde che al fischio finale ha decretato un lungo applauso a tutti i giocatori del Presidente Di Giovanni.

Mister Lucarelli schiera i neroverdi con il consueto modulo 4-3-3 con Alonzi tra i pali, linea difensiva composta dai centrali Ricci e Di Ciccio, terzini gli under Ronzino e Scutti. Sulla linea mediana il trio FarindoliniMorales e Marfisi. Attacco con Toro punta centrale, supportato Delgado e Miccichè. L’Amiternina di Angelone, in maglia bianca, schiera in attacco Santirocco e Angelone junior con Di Alessandro e Fantauzzi a completare il centrocampo con l’ex Felli terzino. Si gioca sotto i riflettori del rinnovato stadio “Ughetto Di Febo” di Silvi Marina. Settore neroverde gremito da 400tifosi che si fanno sentire con canti e bandiere fin dal riscaldamento di Miccichè e compagni. Match che inizia subito in salita per i Teatini che al 5′ subiscono il vantaggio scoppitano: punizione dal vertice sinistro, Di Ciccio da dentro l’area di rigore di testa spazza via, ma Di Alessandro con un gran tiro a volo rasoterra che passa tra le gambe di tanti giocatori, e grazie ad una piccola deviazione di un difensore, termina la sua corsa in fondo alla rete con Alonzi incolpevole. Il Chieti F.C., incassato il colpo, reagisce al 15′ dopo un angolo battuto da Morales che vede sul secondo palo Ricci, ma è provvidenziale l’intervento della retroguardia dell’Amiternina a salvare un gol quasi fatto quasi sulla linea di porta. Poco dopo è il turno dello spagnolo Fransis Delgado che da fuori area non centra lo specchio della porta.

L’Amiternina sfrutta le palle inattive per rendersi pericolosa dalle parti di Alonzi, così come accaduto in occasione del gol del vantaggio. Il Chieti F.C. al 23′ su azione d’angolo, battuto da Delgado, prova la sorpresa con Scutti che a volo spedisce la palla fuori. Passano i minuti è l’Amiternina è brava a chiudere tutti gli spazi. Miccichè in velocità tenta di scardinare la difesa aquilana, ma al momento del tiro viene fermato dalla difesa in maglia bianca formata da Carbone e Felli. Al 35′ è Romano a tentare la sorpresa sul secondo palo, con Alonzi bravo a chiudere lo specchio della porta. Al 38′ sui piedi di Toro capita l’occasione piu’ nitida della prima frazione di gioco, ma sul più bello si allunga la sfera favorendo l’intervento di Rossetti. Dopo due minuti mister Angelone richiama in panchina Angelone junior e Fantauzzi per Alfonzi e Di Lillo. Prima del fischio dei primi 45′ minuti, Micciche’ ci prova direttamente su punizione con Rossetti che neutralizza il tiro dell’esterno d’attacco.

Nella ripresa, al 51′, vibranti proteste dei giocatori neroverdi all’indirizzo del guardalinee per aver segnalato fuorigioco a Delgado involato verso la porta senza avversari, dopo che un giocatore dell’Amiternina aveva sporcato il passaggio di Morales tenendo in gioco il giocatore spagnolo. Ne fa le spese proprio Delgado che viene ammonito. Lucarelli al 57′ effettua il primo cambio: dentro Rodia per Toro per dare maggior peso alla fase offensiva. Al 61′ ci prova il Capitano Ricci dalla distanza. Palla alta. Ancora Chieti F.C. in attacco: Micciche’ dal fondo vede l’arrivo di Marfisi, ma il tiro viene ribattuto da un difensore aquilano. I minuti passano e il Chieti F.C. continua a collezionare corner su corner senza vere conclusioni verso la porta avversaria, con il pallino del gioco costantemente in mano. Al 73′ secondo cambio nei teatini: dentro il terzino di spinta Calvarese per Morales. Al 74′ clamorosa palla gol sui piedi dello stesso Calvarese che a porta sguarnita trova la deviazione decisiva Carbone. Sempre nella stessa azione, in precedenza, il tiro di Rodia era stato deviato da un altro difensore scoppitano. Mister Angelone risponde innervando il reparto difensivo con l’ingresso di Di Menico per la punta Santirocco. Chieti F.C. tutto in attacco nei 10 minuti finali. Rodia si libera bene in area e scocca il tiro, Rossetti e’ superlativo a dire no al centravanti ex Penne. All’86’ entra anche l’attaccante Cellucci al posto di Scutti nel tentativo di segnare il gol che porterebbe la sfida ai supplementari. Al 90′ proprio Cellucci fa gridare al gol i tifosi neroverdi su perfetto cross di Rodia: Rossetti e’ ancora super a deviare la palla in corner. In pieno recupero, con il Chieti F.C. sbilanciato in attacco, arriva in contropiede il raddoppio di Facecchia che regala il successo e la Coppa all’Amiternina.

IL TABELLINO:

AMITERNINA-CHIETI F.C. 2-0 (1-0)

AMITERNINA: Rossetti, Romano, Felli, Tuzi(45’st Marchetti), Carbone, Angelone(40’pt Di Lillo), Fantauzzi(40’pt Alfonzi), Di Alessandro, Santirocco(32’st Di Menico), Facecchia, Tinari. A disposizione: Ludovisi, Fischione, Di Menico, Rosati, Pezzotti, De Michele. Allenatore: Vincenzino Angelone

CHIETI F.C.: Alonzi, Ricci, Scutti(41’st Cellucci), Di Ciccio, Ronzino, Marfisi, Morales(28’st Calvarese), Farindolini, Micciche’, Toro(12’st Rodia), Delgado. A disposizione: Salvatore, Calvarese, Di Natale, Di Lallo, Di Marco, Checchia, Pacella. Allenatore: Alessandro Lucarelli

Arbitro: Claudia Di Sante Marolli di Pescara

Marcatori: 5’pt Di Alessandro(A), 49’st Facecchia(A)

Ammoniti: Di Ciccio(C), Romano(A), Delgado(C), Marfisi(C), Carbone(A), Tuzi(A)

Note: recupero 2’pt e 5’pt

AREA COMUNICAZIONE CHIETI F.C. 1922

UFFICIO STAMPA




© riproduzione riservata