domenica 15 settembre 2019

scritto da .

Prima A, L'Aquila resta in vetta, il S.Benedetto non molla, Bugnara 5^

Prima A, L'Aquila resta in vetta, il S.Benedetto non molla, Bugnara 5^ Prima A, L'Aquila resta in vetta, il S.Benedetto non molla, Bugnara 5^

Nella 9^ giornata, L’Aquila vincendo il big match contro il Celano, resta in vetta alla classifica del girone A di Prima categoria. I rossoblù sono avanti di 2  punti dal San Benedetto Venere nettamente vittorioso contro il Tagliacozzo e che in caso in cui vincesse il recupero di mercoledì contro il Villa Sant’ Angelo, tornerebbe a regnare la classifica. 4° il Pizzoli a 18 punti, vittorioso in trasferta contro il Carsoli.  In zona play off, la compagine carsolana vede ora la compagnia della Federlibertas Bugnara, vittorioso a Fossa, grazie una prestazione straordinaria del portiere Mario Molinaro, autore di due rigori parati.  Sul fronte salvezza importanti vittorie del San Francesco, del Genzano e del San Pelino. Resta ultima la Virtus Pratola, davanti un terzetto di penultime a a quota 6 punti: Tagliacozzo, Cesaproba e Barrea.

La gara si è aperta al “Cinque” di San Gregorio, dove il San Francesco nell’ anticipo del sabato, ha fatto suo l’ importante scontro salvezza contro il Barrea, battendola per 5-2. Da sottolineare la magistrale prestazione di Fabio Cusella autore di una tripletta. Ad aprire le danze è  stato proprio l’ ex Valle Aterno Fossa, in gol nei primi minuti di gioco, il Barrea ha trovato il pari con Di Padova dal dischetto, Fazzini ha riportato i suoi in vantaggio. Nella ripresa Cusella ha portato il risultato sul 3-1, Mapelli ha accorciato nuovamente le distanze, anche se negli ultimi 10’, Martinelli e nuovamente Cusella hanno perfezionato il risultato sul 5-2.

Domenica l’ attesissimo match del “Piccone” tra il Celano e L’Aquila che mancava alla disputa da 7 anni, ha visto i rossoblù vincere per 0-3. Importante prestazione per la squadra di Roberto Cappellacci, che  oltre alle 3 reti, ha colpito anche tre legni.  Sul finire del primo tempo, L’ Aquila è passata in vantaggio con la 6^ rete in campionato di Carosone. Nel secondo tempo, dopo il gol del possibile 1-1, sbagliato da Iezzi, L’Aquila ha messo fine al match con Francesco Pizzola e la sua doppietta, diventando al momento il capocannoniere dei rossoblù con 7 reti segnate.

Dopo il pareggio di Pizzoli, il San Benedetto Venere è tornato alla vittoria e resta ancora imbattuto in campionato. Al “Profeta”, i lupi hanno rifilato il poker al Tagliacozzo. Ad aprire le danze ci ha pensato capitan Tarquini, seguito da Muzi e da Di Pippo. Il Quarto gol è firmato dal solito Ettorre.

Il Pizzoli ha sbancato il campo del Real Carsoli, battendo i padroni di casa per 1-4.  A sbloccare le marcature ci ha pensato Napoleon, in gol anche Greco autore di una doppietta e Piri. Per squadra di Tarquini, il gol della bandiera è stata segnato sul finale di gioco, da Fazzoli via penalty.

Seconda vittoria e quarto risultato utile consecutivo per la Federlibertas Bugnara che al “Giorgio e Dino” di Fossa, ha superato per 1-2 la Valle Aterno. La formazione fossolana ha giocato in 10 per tutta la seconda frazione di gioco per via dell’ espulsione di Bucciarelli (34’ pt). Per i peligni  doppietta di Crugnale, mentre i giallorossi hanno accorciato le distanze con Ciccozzi. Ma l’ uomo copertina del match è stato Mario Molinaro. L’ estremo difensore del Bugnare ha infatti neutralizzato due rigori, uno nel primo tempo a Fatigati, uno sul finire del match a Carrato.

Dopo la sconfitta del Gran Sasso Acconcia, il Plus Ultra Trasacco è tornato a vincere, battendo per 2-1 l’ Atletico Civitella Roveto. Nel primo tempo i trasaccani segnano i due gol deisivi per i tre punti, prima con Angelini che nella irpresa verrà espulso, poi con Aureli. Nel secondo tempo i rovetani hanno accorciato le distanze a inizio ripresa con De Blasis.  

È finita 1-1 la sfida tra il Villa San Sebastiano e il Villa Sant’ Angelo, con la squadra di Di Nicola che resta avanti a quelli di Rainaldi di un punto. I gol nel secondo tempo, con Capodacqua del San Sebastiano che ha aperto le danze, e Sperandio a pochi miuti dal termine le ha chiuse. Seconda vittoria consecutiva per il Genzano, che dopo aver superato in trasferta l’ Atletico Civitella Roveto, ha inflitto il poker alla Virtus Pratola.  Intorno al 20’ del primo tempo il team di Narducci è passato in vantaggio grazie a Petruzzi, e trovato il raddoppio a 5’ dal termine con Alessandro Forcucci. Nel secondo tempo, il fratteo Leonardo ha siglato il tris. Sylla nel finale ha delineato il poker. Per quel concerne la salvezza, importante vittoria anche per il San Pelino che ha espugnato il campo del Cesaproba per 0-1, grazie alla rete di Albertazzi nella ripresa.

Pierluigi Trombetta

 

 




© riproduzione riservata