martedì 20 novembre 2018

Prima Categoria

scritto da .

L’Aquila supera anche il Trasacco (3 a 0) e si isola in vetta.

La squadra sotto la Sud a fine gara La squadra sotto la Sud a fine gara

L’Aquila schianta anche il Plus Ultra Trasacco e prosegue nella sua corsa in vetta alla classifica (aspettando il recupero del San Benedetto, oggi fermato sul pari a Pizzoli) in attesa degli scontri diretti e più probanti che attendono i rossoblù nelle prossime tre gare (Celano, San Benedetto e Real Carsoli). Nel complesso di una prestazione impeccabile, al di là dei marcatori menzione speciale la meritano Pizzola e Morra. Lo zampino del primo risulta in tutte e due le azioni dei primi gol, il secondo inizia ad entrare in condizione e in mezzo al campo si vede. Così come risalta sul taccuino la rete di capitan Di Francia, assistman nelle ultime apparizioni. 

Quanto al Plus Ultra il merito di aver tenuto testa ai rossoblù di casa per i primi venti minuti, fino all’episodio chiave che ha cambiato l’inerzia del match. Nella ripresa, in inferiorità numerica, il pragmatismo tattico di mister Principe e l’atteggiamento accorto dei suoi hanno evitato la classica imbarcata. Migliore in campo dei marsicani, manco a dirlo, un super Paravani che ha contenuto in più occasioni il passivo. 

La partita. Undici tipo per Cappellacci, che vara il solito 4-3-3 con licenza di offendere per Catalli in mediana. Principe non rinuncia al 4-3-1-2 con Ippoliti dietro Aureli e Bianchi. La pioggia tiene lontano il grande pubblico, ma si gioca comunque davanti a circa 700 spettatori, con rappresentanza ospite.

Il match inizia con la nuova acrobazia di Maisto al 9’, Paravani ci mette il guantone e manda in angolo. Trasacco vivo con l’imbucata di Bianchi al 15’ che non impensierisce però Cattafesta. Al 21’ la svolta della partita: Campagna cambia dalla destra per Pizzola che entra in area e viene atterrato da Oca: rosso e rigore che Catalli non sbaglia. 26’ Pizzola ancora decisivo con un tacco in area che libera Maisto che di sinistro trafigge rasoterra Paravani. 33’ in gol anche capitan Di Francia, che di testa finalizza lo schema orchestrato dal corner. Prima dell’intervallo Paravani sugli scudi in un paio di occasioni, prima su Maisto, poi su Carosone.

Nella ripresa al 21’ il destro di Carosone termina a fil di palo.  Due minuti dopo tocco morbido di Maisto destinato all’incrocio, Paravani sventa con un guizzo felino. Al 41’ sfiora il gol Catalli con una zampata che termina di pochissimo a lato. 

L’AQUILA - PLUS ULTRA TRASACCO 3-0

MARCATORI Catalli su rigore al 23’, Maisto al 26’, Di Francia al 33’ p.t.

L’AQUILA (4-3-3) Cattafesta; Campagna (dal 48’ s.t. Santarelli), Di Francia, Silvestri, Ndiaye; Zazzara (dal 22’ s.t. Lolli), Morra (dal 37’ s.t. Angelozzi), Catalli (dal 47’ s.t. Rovo); Carosone, Maisto, Pizzola (dal 25’ s.t. Baraldi). (Tursini, Mohammed, Santarelli, Sebastiani, Irti). All. Cappellacci.

PLUS ULTRA TRASACCO (4-3-1-2) Paravani; Oca, Casciere (dall’11’ s.t. Esposito), Aquilio, Taricone; Salvi (dal 3’ s.t. Montanaro), Angelini, Leone; Ippoliti; Aureli (dal 20’ s.t. Cancelli), Bianchi (dal 20’ s.t. Di Paolo). (Leone, Guglielmi, Lanci, Paolella, Favoriti). All. Principe. 

ARBITRO Di Gennaro di Teramo

NOTE spettatori 644. Espulso Oca al 22’ p.t. Ammoniti Ippoliti, Oca, Carosone, Zazzara. Angoli 10-0.

Alessandro Fallocco 




------© riproduzione riservata