mercoledì 26 settembre 2018

Eccellenza

scritto da .

Eccellenza: la presentazione della 3^giornata

Eccellenza: la presentazione della 3^giornata Eccellenza: la presentazione della 3^giornata

Nel torneo di Eccellenza è tutto pronto per il terzo turno. Il turno di campionato manda in scena gare, sulla carta, sicuramente ricche d'interesse. La capolista Chieti attende all'Angelini il Capistrello; gara speciale per gli ex Leccese e Miccichè. Impegno casalingo anche per l'altra capolista, Sambuceto, che ospita i Nerostellati. Tra le mura amiche anche la Torrese, che attende l'Alba Adriatica, rinfrancata dal successo di Penne. Il Cupello salirà in Marsica per far visita al Paterno. Lo Spoltore attende il Pontevomano. Acqua&Sapone-Amiternina sfida clou in chiave salvezza.

Iniziamo dal Chieti, compagine maggiormente accreditata per il salto di categoria, che all'Angelini attende il Capistrello. Gara dell'ex per Luciano Leccese, che ritrova mister Iodice (il tecnico che decise di seguire a Capistrello, con il quale la passata stagione ha realizzato 21 reti in 32 gare). La band di Marino, dopo la vittoria sul Pontevomano punta al tris, facendo affidamento sulla verve di Stefano Miccichè, vero uomo in più dei neroverdi. Il trainer si affiderà al collaudato 4-3-3, con i già citati Leccese e Miccichè (altro ex) agire con Delgado. In mediana regia affidata all'ex RC Angolana Farindolini; difesa che ha il dubbio legato agli utilizzi di Di Lallo e Calvarese, anche se su quest'ultimo filtra ottimismo. In caso di forfait pronti Ricci e Di Ciccio. Potrebbe esordire anche il trequartista, ex Spoltore, Paquito Morales. Out il centrale difensivo Terminiello. Sul fronte Capistrello sarà assente il solo Pollino (squalificato). Iodice punterà sulla voglia di far bene di Aquino, supportato, probabilmente da Daniele Fantauzzi. In mediana i palloni caldi passeranno attraverso i piedi buoni di Paneccasio, che giostrerà di fianco ad Edoardo De Meis e Giustini. Terza linea che potrebbe vedere Giacomo Fantauzzi accanto ad Antonelli e Berardi. Venditti e Di Francescantonio sulle ali. Muovere la classifica, questo l'obiettivo granata.

L'altra capolista, il Sambuceto, reduce dal successo di Miglianico, attende alla Cittadella i Nerostellati. Il tecnico Del Zotti può contare su tutti gli effettivi a disposizione (tornano infatti D'Amico, Castropaolo e Spinello). In difesa proprio D'Amico potrà accomodarsi vicino ad uno tra Legnini e Cialini. Esterni bassi Spinello (o Camporesi) e Rosati. Chiavi del centrocampo affidate a Tiziano Beniamino (leader classifica assist), che potrebbe agire con Selvallegra, Gentile ed uno tra Perrotta e Camperchioli. Senza dimenticare Alessandro Gelsi, tornato a vestire il viola teatino. Davanti spazio al trio Lalli-Criscolo-Nardone. I viola cercheranno il bottino pieno per restare agganciati ai neroverdi o, addirittura, per ritrovarsi da soli in vetta. In casa peligna, dopo lo stop interno con l'Acqua&Sapone (3-4) torna Ibra Ndiaye, che potrebbe accomodarsi in panchina. Il peso dell'attacco ricadrà sull'airone di Vittorito, Pendenza, supportato da Pelino. Faro della mediana Pablo Val, al cui fianco agiranno Giallonardo e Iacobucci. Difesa con Castro e Del Gizzi centrali; Tarantino (o Ciuffini) e Cissè laterali. Far bene e tornare a casa con un positivo risultato; questo l'imput imposto della società.

A Castelnuovo Vomano la Torrese, nel quasi derby teramano, attende la visita dell'Alba Adriatica. 3-5-2 per il trainer Narcisi, che molto probabilmente potrà affidarsi agli stessi elementi di Cupello. In mediana spazio a Pietropaolo, Petronio, Puglia e Scartozzi, senza dimenticare Tini e Kruger. Davanti a farla da padrone il duo Torbidone-Maio, con Bellini pronto a dire la sua a gara in corso. Terza linea "collaudata" con Rinaldi-Stacchiotti e De Cesaris, con Casimirri ed il già citato Puglia esterni. I giallorossi andranno a caccia del bottino pieno per restare in scia del Chieti. A Castelnuovo arriva l'Alba Adriatica di Izzotti, orfana del capitano, e Ministro della difesa, Sacchetti, mentre torna Giorno, che andrà a giostrare come play davanti la difesa. Al fianco di Fabrizi, in terza linea, spazio a Schiavoni. Picone e Di Nicola esterni. Mediana che, almeno inizialmente, non vedrà Capocasa, sostituito da Lorenzo Emili, vicino a Foglia. Pantoni (match-winner di Penne) agirà dietro al duo Njambè-Miani, che cercheranno di scardinare la retroguardia avversaria. Dopo il succeesso di 7 giorni fa, i rossoverdi vorranno uscire dal match con un buon risultato, per proseguire la rincorsa alla salvezza.

Il Cupello, tra le positive sorprese di questo inizio stagione, salirà in terra marsicana per far visita al Paterno (ieri impegnato in amichevole contro la nuova Città di L'Aquila, 1-2 il finale), priva del bomber Vito Marinelli, alle prese con un piccolo infortunio. Il trainer Carlucci si affiderà a Ninte, supportato, probabilmente, da Menna. In mezzo spazio a Capitoli, con il rientrante D'Alessandro (3 reti in altrettante gare, tra coppa e campionato) e Quaranta. Napolitano, invece, potrebbe fungere da appoggio per le punte. Al centro della terza linea Giuliano e Felice, mentre De Cinque e Berardi potrebbero essere dirottati sulle corsie laterali. Dopo il successo di Alba ed il pari contro la Torrese, l'obiettivo è quello di far bene per iniziare nel migliore dei modi la scalata alla salvezza. In casa Paterno, il tecnico nerazzurro Torti ritrova Di Fabio, che al centro della difesa potrebbe giostrare al fianco di Tabacco, con Fellini, D'Agostini (o Iaboni) pronti a giocarsi due maglie per il ruolo di esterni bassi. In mediana Mauti torna al fianco di Sassarini. In dubbio le presenze di Manuel Cancelli (pronto Domenico Ranalletta, in gol a Scoppito) e Pasquale Moro. Nel probabile 4-2-3-1, potrebbe essere Alberto Di Virgilio a sostituire lo stesso Moro, con Cordischi, Mercogliano ed uno tra Manuel Cancelli ed il già citato Dom. Ranalletta dietro.

Il Nereto, reduce dal prezioso successo di Capistrello, attende tra le mura amiche la visita della RC Angolana. Tutti a disposizione del tecnico Di Serafino, supportato dal DS Andrea Clementoni. I vibratiani faranno ancora affidamento sull'attaccante De Vecchis, supportato dall'ex San Nicolò Chiacchiarelli e da Antonacci, senza dimenticare Kone e Arciprete, pronto a dire la sua. In mediana chiavi affidate a Veccia (match-winner di Capistrello), che agirà probabilmente con Pagliuca e Kala, con Spahiu e Cerasi a disposizione. In terza linea Zeeti e Tarquini al centro, Leone (2 reti nelle due gare di coppa), Moretti o D'Andria sulle fasce. Con un successo la band del presidente Di Antonio si porterebbe nelle primissime posizioni di classifica. In casa RC Angolana, che nelle prime uscite ha fatto vedere delle buone cose, out per squalifica Basciano. Il trainer D'Eugenio, al di là delle difficoltà del match, chiederà un'altra grande prova ai suoi. In difesa potrebbero schierarsi Maloku e Lahbi sulle fasce, con Giammarino ed uno tra Di Pietrantonio e Ballanti in mezzo. Buffetti, D'Alonzo e Cipressi in mediana, mentre la linea offensiva potrebbe essere composta dal trio Ruggieri-Di Eleuterio-Bizzari. Con un successo, i nerazzurri salirebbero a quota 6, in una più che tranquilla posizione di classifica.

Impegno casalingo anche per il Delfino Flacco Porto targato Bonati. La band adriatica al "San Marco" attende la visita del Miglianico. Il bravo tecnico locale deve fare i conti con le assenze di Ligocki, D'Incecco e Di Rosa, mentre sono in dubbio Sichetti e Saltarin. La società, attenta sul mercato, nella mattinata di venerdi ha ufficializzato gli acquisti dell'attaccante Alessio Alberico (in prestito dalla Vastese) e del terzino sinistro Marzucco (ex RC Angolana). Giannini e Marcelli guideranno la difesa, supportati da Lorenzo Alberico e, probabilmente, l'ultimo arrivato Marzucco; poco più avanti, potrebbero agire Iommetti, Comparelli e Di Norcia. Attacco che potrebbe vedere Alessio Alberico (in caso di forfait di Saltarin) essere supportato da Calderaro e Curri, senza dimenticare Teraschi. Come per l'Angolana, anche i portuensi con un successo si posizionerebbero in una posizione tranquilla, in piena media salvezza. In casa Miglianico, dopo il k.o. interno col Sambuceto c'è voglia di riscatto; mister Pesce (umole e preparato) al centro della difesa, ha il dubbio legato all'utilizzo di Cinquino probabile. Candidati alla sostituzione uno tra Martelli e Caniglia. Grossi e Mennillo, probabili, esterni. A metà campo Battista sarà affiancato da Di Donato e del duttile Di Moia. Davanti, con il capocannoniere del torneo,Orta, giocherà Valdes ed uno tra Pompeo, Polisena e Morelli. Potrebbe rientrare il portiere Rosano. Vincere e muovere la classifica: questo l'obiettivo della band di Mario Aurora.

Dopo due pareggi di fila (l'ultimo in rimonta sul Martinsicuro), lo Spoltore, nel match casalingo contro il Pontevomano, vorrà fare bottino pieno. Gli azulgrana, non potranno contare sullo spagnolo Nuevo. Il tecnico Donato Ronci potrebbe riproporre  lo schieramento visto col Martinsicuro: Mbodj, Di Sabatino e Zanetti in terza linea; a centrocampo D'Intino e Di Pentima potrebbero occupare le corsie laterali, mentre capitan Di Camillo andrà al centro con uno tra Palusci ed Ewanisha. In attacco Grassi, Ranieri (il cigno di Taranto) e Cabanyes, senza dimenticare i vari Bordoni e Sanz, pronti a subentrare in corsa. Con un successo lo Spoltore si attesterebbe nelle zone alte della graduatoria. In terra pescarese arriva il Pontevomano che, al di là della sconfitta di sabato scorso, contro il Chieti, ha mostrato ottime trame di gioco ed una buona condizione atletica. Mister Capitanio, dovrà fare a meno di Davide e Samuele Di Sante. Difesa con Salvatore e Palandrani chiamati a presidiare le corsie laterali, con Passamonti e Marcozzi centrali. Mediana, probabile, affidata a Gentile, D'Orazio e Di Francesco. Manuel Di Sante, Pallitti e Maranella davanti. I teramani proveranno a fare bottino pieno e rialzarsi in classifica, al momento non veritiera.

Scontro in chiave salvezza quello tra Acqua&Sapone e Amiternina. Tra i verdeoro padroni di casa non sarà della disputa Trento, mentre è in dubbio Mottola. Il tecnico Del Gallo, davanti a Palena, schiererà Piedimonte e Di Biase laterali, con Ricci ed Erasmi in mezzo. Chiavi della mediana affidate a Gigi Potacqui, che agirà con D'Agostino e Marrone. Davanti Petito sarà supportato da Rubini (in gol a Pratola) e Ariani, senza dimenticare Sablone. I ragazzi di Montesilvano, con un eventuale successo, salirebbeto a quota 7, a ridosso delle prime posizioni. A caccia dei primi tre punti stagionali anche l'Amiternina, che al Galileo Speziale proverà a fare bottino pieno. I giallorossi di Angelone in riva all'Adriatico potrebbero presentare una linea di difesa a 4, formata da Felli e Romano esterni, con Marino Di Alessandro e Lanza nel mezzo (ha salutato Nicola Di Francia, passato ufficilamente al Città de L'Aquila). Tuzi avrà le chiavi del centrocampo, con Fantauzzi e, probabilmente, Domenico Di Alessandro. Paris e Mazzaferro dovranno supportare la punta Santirocco. 

Chiudiamo con la sfida del Tommolini, tra Martinsicuro e Penne. I vibratiani, al secondo impegno casalingo consecutivo, andranno a caccia del primo successo stagionale, dopo il pari (di Domenica scorsa) subìto in rimonta dallo Spoltore. Per l'occasione mister Di Fabio dovrà fare a meno di Marini, squalificato, che al centro della difesa potrebbe essere sostituito da Dolegowski, che agirà in coppia con Ferrari. Ferretti e Alessandro Calvaresi, invece, ai lati. Centrocampo che vedrà Sorci giocare probabilmente con Lattanzi e Farinelli. Davanti, fari puntati su Lazzarini, supportato da Pizi e Massaroni. Cercherà un pronto riscatto anche la truppa vestina del timoniere Pavone. Il tecnico punterà sul "collaudato" 4-3-3. Dovrebbe esser formata dal duo D'Addazio-Casimirri la coppia centrale di difesa, con Rachini e Silvaggi sulle fasce. Iannascoli-Di Remigio (o Savini) e Rossi cerniera di centrocampo. In prima linea spazio al tridente Cacciatore-Zamora-Di Ruocco. Assente Donatangelo.




------© riproduzione riservata