mercoledì 26 settembre 2018

Nessuno

scritto da .

L'Aquila, la replica di De Paulis a Fabbricini

L'Aquila, la replica di De Paulis a Fabbricini L'Aquila, la replica di De Paulis a Fabbricini

Giorni snervanti in casa Città di L'Aquila. Siamo al mese di settembre, è la questione a riguardo della categoria da dove la nascente società rossoblù dovrà ripartire, non ha ancora avuto una sentenza ufficiale. Dopo la giornata di ieri, nel quale Ortolano rispedisce si il provvedimento nelle mani del Commissario Fabbricini, ma lasciando la porta libera, solo sul fronte Prima categoria, arriva la ripsosta da parte del presidente Marco De Paulis. il numero uno rossoblù, specifica di come la fusione tra il San Gregorio e L'Aquila, non sia una pista percorribile e si chiede alla presidenza nazionale federale ad emettere in breve tempo un provvedimento straordinario di iscrizione, asupicandosi un campionato consono a quello che è il capoluogo di regione. Nella nota De Paulis specifica anche le problematiche di ordine pubblico, nel caso la nuova società venga insierita nelle categorie inferiori. Di seguito il comunicato:

"Preg.mo Commissario,
ringraziandola per la cortese attenzione prestata all’istanza da me proposta e dopo aver analizzato la nota del 30.08.2018, nonché la replica del Comitato Abruzzo del 31.08.2018, mi corre l’obbligo di effettuare alcune precisazioni.
Innanzitutto si specifica che la società ASD San Gregorio militante nel campionato di Promozione per meriti sportivi non è realtà rappresentativa della città di L’Aquila ma solo di una ristretta parte di essa costituente una frazione della città stessa che si identifica storicamente e culturalmente come un’entità autonoma dal punto di vista aggregativo e sportivo e con la quale non sarà possibile avviare alcun progetto di unione di sforzi calcistici proprio perché non potrà rappresentare la tifoseria e la “piazza" della città di L’Aquila.
In via analogica non dovrebbero essere concepibili in ogni campionato, compreso quello di serie A, diverse realtà sportive appartenenti alle stesse città.
Prendo atto del fatto che l’opposizione posta dal Comitato Regionale riguardi solamente la circostanza che si è già provveduto a stipulare i calendari di Eccellenza e Promozione e che i campionati sono prossimi ad iniziare.
Nessuna altra circostanza ostativa è stata sollevata, per cui con un provvedimento concesso in breve tempo si potrebbe consentire quantomeno la partecipazione al campionato di Promozione, così come richiesto in subordine nella mia istanza.
Si chiede comunque che alla luce della competenza della Presidenza Federale Nazionale ad emettere un provvedimento straordinario di iscrizione al campionato si possano conoscere in breve tempo le relative determinazioni, al quale non vi è nessun motivo ostativo dettato dalle norme federali, per la quale il Comitato Regionale, nel suo parere, ha solamente evidenziato lo stato di fatto della completezza degli organici, senza escludere la possibilità di rimodulare il tutto in caso di decisione del Commissario.
In relazione alla situazione della prima categoria è doveroso specificare che il girone di competenza territoriale della Città di L’Aquila è ad oggi composto da 17 squadre, per cui anche in quel caso l’inserimento di altra compagine consentirebbe di disputare un campionato con squadre in numero pari.
In merito ai numeri della nuova realtà sportiva si informa che, nonostante non sia ancora iniziata la campagna abbonamenti ufficiale della società, la tifoseria organizzata ha già provveduto a raccogliere adesioni e somme per 350 abbonamenti nel settore curva indipendentemente dalla categoria di appartenenza, quindi ciò lascia pensare che si avrà un grande seguito ed una grande reazione della cittadinanza.
E’ necessario anche riflettere alle difficoltà che inevitabilmente dovranno essere gestite in tema di ordine pubblico nel caso in cui un nutrito numero di sostenitori dovrà recarsi in campi di categorie inferiori che non sono attrezzate a gestire la tifoseria ospite.
Concludendo, mi auspico che al Capoluogo di Regione, da me oggi rappresentato calcisticamente, venga consentito di partecipare ad un campionato consono alla sua storia sportiva ed istituzionale ed ai numeri che rappresenta.
Non volendo neanche ipotizzare la partecipazione al campionato di terza categoria sono nuovamente a chiedere un provvedimento straordinario di concessione di categoria superiore, con preghiera di provvedere in tempi brevi in modo da consentirci la migliore organizzazione e preparazione al campionato.
Ringraziandola ancora per la disponibilità prestata e fiducioso nell’accoglimento porgo i miei più,
Distinti saluti.
 
 
ASD CITTA’ DI L’AQUILA
Il Presidente
Avv.Marco De Paulis



------© riproduzione riservata