sabato 18 agosto 2018

Eccellenza

scritto da .

Amiternina 'salva' L'Aquila. Rosone replica a Giusti:'L'ipotesi descritta dal Sindaco non percorribile'

Amiternina 'salva' L'Aquila. Rosone replica a Giusti:'L'ipotesi descritta dal Sindaco non percorribile' Amiternina 'salva' L'Aquila. Rosone replica a Giusti:'L'ipotesi descritta dal Sindaco non percorribile'

Non si è fatta attendere la risposta del massimo dirigente dell'Amiternina, Graziano Rosone, alle dichiarazioni del Sindaco di Scoppito Marco Giusti (clicca qui per leggere). Il primo cittadino, attraverso una nota apparsa sulla propria pagina Facebook, si era mostrato contrario al probabile "scambio di titoli" tra la stessa Amiternina e L'Aquila Calcio (che in caso di ripartenza dalla Prima Categoria, con un organico in grado di centrare la Promozione, potrebbe cedere al termine della prossima stagione il titolo ai giallossi, beneficiando a sua volta della categoria di Eccellenza).Giusti, al netto di fraintendimenti, ha chiamato in causa anche il numero uno giallorosso, ricordandogli che a "Scoppito non ci sono Patron in grado di trattare o parlare da soli a nome dei valori e della storia di questa Società. Ma sono convinto-ha ribadito successivamente lo stesso Sindaco-che così non è".

Di seguito il comunicato diramato dalla SPD Amiternina Scoppito a firma del Presidente Rosone

"In risposta a quanto esternato dal Sindaco di Scoppito Dott. Marco Giusti in data odierna ed essendo stato chiamato in causa, preme fare alcune precisazioni.

Esistono alcune norme federali, a volte anche abbastanza restrittive, che non permetterebbero in alcun modo di percorrere l'ipotesi da lui descritta, ragion per cui prima di fare talune affermazioni bisognerebbe conoscere meglio le stesse norme.

In ogni caso, tutte le ipotesi descritte e pubblicate sugli organi di stampa negli ultimi giorni sono soltanto ipotesi e probabilmente resterrano tali, ma, in qualità di PRESIDENTE del sodalizio sportivo più importante del comprensorio, mi è sembrato giusto mettermi a disposizione, qualora ci fossero le giuste condizioni, per una collaborazione programmata nel tempo a far ripartire il calcio nella nostra città, precisando che non sono assolutamente patron di nulla, bensì semplicemente responsabile ed attualmente in carica di presidente di un consiglio direttivo formato, da ben dodici consiglieri, il quale in completa autonomia prende qualsiasi decisione che ritiene opportuno assumere.

Approfitto per ringraziare l'Amministrazione Comunale per la collaborazione e la disponibilità profusa da parte loro nei nostri confronti".

Il Presidente S.P.D. Amiternina Scoppito
Graziano Rosone.




------© riproduzione riservata