giovedì 20 settembre 2018

Terza Categoria

scritto da .

Clamoroso: il Goriano rinuncia ai Play Off contro 'l'antisportivo' Cerchio

Clamoroso: il Goriano rinuncia ai Play Off contro 'l'antisportivo' Cerchio Clamoroso: il Goriano rinuncia ai Play Off contro 'l'antisportivo' Cerchio

Un anno di passione, sudore, emozioni e gol saranno dalla Statuale Goriano Sicoli sacrificati per il legame che c’è tra un appartenente alla rosa e ai biancoazzurri.

La Terza categoria è un torneo bellissimo perché si scende in campo per la passione che si nutre per lo sport più bello al mondo e per il vincolo dell’aggregazione che il calcio impone soprattutto nelle piccole realtà. Per una comunità piccola come quella presente nella valle subequana, poco più di 500 anime, dove tutti si conoscono giocare il play off di Terza categoria vuol dire tanto: orgoglio, identità, esaltare le radici di un territorio, mettere in bella mostra le capacità sportive ed organizzative ma qualcosa non deve essere andato per il verso giusto. Sta prevalendo un altro valore, quello della solidarietà e della comunità.          

Raggiunto telefonicamente il presidente del Goriano, Gianni De Santis, apprendiamo con un certo stupore che in segno di protesta per la mancata “sportività” del Cerchio il Goriano Sicoli non scenderà in campo e con molta probabilità il Goriano non si riscriverà al prossimo Campionato federale. Ecco la dichiarazione che ci ha rilasciata il numero uno del Goriano: “Quasi un mese fa (ndr 24 aprile 2018) ho inviato alla Federazione una comunicazione per mail in cui comunicavo la nostra indisponibilità a giocare l’eventuale sfida play off, il 20 maggio, qualora fossimo approdati a questa ambita fase. La motivazione era semplice e molto profonda per la nostra comunità: un nostro tesserato convolerà a nozze in quella data, il 20 maggio e tra parenti, testimoni, amici tutta la squadra e la dirigenza parteciperà al matrimonio. Lunedì 14 maggio ha contattato il presidente del Cerchio, altra squadra finalista dei play off, per chiedere di spostare la gara in qualsiasi altro giorno della settimana ma la richiesta non è stata accolta. Ho contattato il delegato federale prof. Claudio Nardis che ha provato ad intercedere con la squadra del Cerchio per lo spostamento della gara ma a nulla sono valsi gli sforzi. E qui dico "W la sportività". Per noi il Campionato di Terza categoria deve essere una competizione dove il divertimento deve prevalere su tutto. Ma vedo che non è cosi. Tuttavia non possiamo stare a guardare. Domenica la mia squadra non si presenterà a Cerchio per protesta e ho deciso di non iscrivere la squadra al prossimo Campionato. Come ultimo atto rassegno le mie dimissioni alla Società che ho avuto l'onore di guidare.”




------© riproduzione riservata