sabato 22 settembre 2018

Serie D

scritto da .

L’Aquila in rimonta fa 3 a 3 con la Vastese. Semifinale play off a Matelica domenica prossima

Il saluto a fine gara dei rossoblù Il saluto a fine gara dei rossoblù

L’Aquila in rimonta agguanta il pareggio con la Vastese e, da quinta classificata, prenota la semifinale play off a Matelica, grande beffata dell’occasione con la sconfitta rimediata oggi ad Avezzano che le costa un campionato (LEGGI QUI). Partita pirotecnica e godibile per tutti i novanta minuti, con la freschezza mentale di chi era già qualificato per i play off e di chi non aveva più nulla da chiedere al campionato: sei gol, tre legni e ribaltamenti di fronte continui. Su tutto, un gruppo che ha onorato al meglio il proprio dovere, che a un passo dal baratro (societario) porterà comunque i rossoblù ai play off e che di certo avrebbe meritcato un commiato ben più appassionato dalla L’Aquila calcistica, ormai delusa, vilipesa e avvitata sul solito zoccolo duro (507 gli spettatori odierni) che non ha risparmiato applausi ai ragazzi di Battistini. 

Ora saranno play off (nella migliore delle ipotesi saranno comunque due trasferte per i rossoblù), ma la vera partita (altro giro, altra corsa) sarà sul piano societario, con una soluzione che andrà individuata per forza di cose entro maggio. 

La partita. Solito 3-4-3 per Battistini, che stavolta rinuncia al trequartista allargando Boldrini a sinistra. In avanti De Iulis parte titolare al centro dell’attacco.

Sotto gli occhi di Bolami e Palladini, Colavitto risponde col 4-3-3, con bomber Leonetti largo a sinistra e l’ex Stivaletta mezzala destra.

Il match è da subito divertente, col destro di Padovani al 4’ che termina poco alto sulla traversa. Ma è la Vastese ad essere più concreta e a portarsi al doppio vantaggio nel giro di cinque minuti. All’11’ botta dal limite che Tedesco tocca in area piccola beffando Farroni (i rossoblù recriminano per un palese fallo su Buscè in marcatura, non ravvisato dalla signora Marotta). Poi, al 16’, ripartenza Vastese com Stivaletta che se ne va e dal vertice destro scocca una gran botta che si infila all’incrocio opposto. L’Aquila però sembra non accusare, tanto da accorciare al 20’ col destro al volo di Boldrini sul cross di Cafiero che si infila all’angolino. Al 30’ ancora Cafiero dalla destra, cross al bacio per De Iulis che però di testa angola troppo. Sempre De Iulis poco dopo ma il sinistro è sbilenco. Poi occasione per Ruci, che dalla distanza per poco non inquadra il sette tra gli applausi dei presenti. Sembra il momento dei rossoblù e invece al 41’ Leonetti appoggia al limite per Fiore che di piatto centra la traversa. Ma due minuti dopo ci pensa direttamente Leonetti a pescare il jolly dal vertice destro dell’area, con un gran destro che entra dopo aver colpito il palo lontano. Il tempo di ripartire dal centrocampo, che Sieno mette in mezzo e Boldrini di sinistro centra la traversa.

La ripresa si apre con Di Paolo per Buscè e il passaggio al 4-3-3. Quattro minuti e Ruci spara forte in mezzo, trovando il tocco di Padovani che mette in rete. Al 18’ Stivaletta intercetta e scocca il solito destro dalla distanza, lambendo il sette. Al 23’ dal secondo angolo dei rossoblù nasce il pareggio: Boldrini dal corner trova la torre di Cafiero che rimette nella mischia dove spunta Esposito, che di testa tocca il giusto per il pareggio. Al 42’ destro dalla distanza di Lucciarini che si stampa sul palo. Un minuto più tardi Leonetti avrebbe il match ball ma da solo in area manda a lato di testa. Stesso copione a parti invertite con Ibe, che divora da due passi l’incornata della vittoria.

L’AQUILA - VASTESE 3-3

MARCATORI Tedesco all’11’, Stivaletta al 16’, Boldrini al 20’, Leonetti al 43’ p.t.; Padovani al 4’, Esposito al 23’ s.t.

L’AQUILA (3-4-3) Farroni; Cafiero, Esposito, Pupeschi; Buscè (dal 1’ s.t. Di Paolo), Steri, Ruci, Sieno (dal 44’ s.t. Sebastiani); Padovani (dal 37’ s.t. Fabrizi), De Iulis (dal 14’ s.t. Ibe), Boldrini. (Scolavino, Gagliardini, Boninsegni, Di Natale, Sbarzella). All. Battistini.

VASTESE (4-3-3) Camerlengo; Cane, Iarocci (dal 27’ s.t. Maronilli), Amelio, De Chiara (dal 5’ s.t. Casciani); Stivaletta (dal 39’ s.t. De Feo), Pizzutelli, Di Pietro (dal 23’ s.t. Lucciarini); Fiore, Tedesco (dal 17’ s.t. Cherillo), Leonetti. (Alonzi, Lombardo, La Barba, Carice). All. Colavitto.

ARBITRO Marotta di Sapri

NOTE spettatori 507, abbonati e 30 ospiti compresi. Ammonito Di Pietro, Cafiero, Esposito, Maronilli; angoli 4-5.

Alessandro Fallocco




------© riproduzione riservata