giovedì 13 dicembre 2018

Eccellenza

scritto da .

Penne, la linea verde paga. Con l'Alba decisivo il classe 2000 Rossi

Penne, la linea verde paga. Con l'Alba decisivo il classe 2000 Rossi Penne, la linea verde paga. Con l'Alba decisivo il classe 2000 Rossi

Il primo gol in Eccellenza di Matteo Rossi (foto, classe 2000) regala il successo ai biancorossi infarciti di giovani che, al termine di una gara dura contro un'ottima Alba Adriatica, portano a casa il successo ma soprattutto si fregano le mani per gli esordi in prima squadra dei classe 2001 Marco Serti ed Andrea Giuseppetti, oltre a quelli di Loris Di Simone ed Eros Cervoni tutti rigorosamente prodotti della propria "cantera". Una giornata ricca di soddisfazioni culminata col gran gol di Rossi, ciliegina sulla torta di una prestazione stupenda, con il numero 18 biancorosso che ha letteralmente cambiato il ritmo alla partita a suon di giocate. Una vittoria che assume insomma ancor più importanza anche in considerazione del valore dell'avversario in dieci uomini già dopo un quarto d'ora ma sempre in partita anche in inferiorità numerica. Penne in vantaggio col solito Di Ruocco su rigore dopo 19 minuti, ma veemente la reazione albense che portava al pari di Sacchetti alla mezzora. Nella ripresa saliva il ritmo dei biancorossi ma solo nel finale era decisivo il gol di Rossi abile ad inserirsi tra le linee e freddare Spinelli con un tocco da vero bomber.

Privo degli indisponibili Zeetti e Coletta, oltre alle squalifiche pesanti di Cacciatore e Ballanti, mister Pavone schierava il 4-3-3 con Di Ruocco e Rodia a supporto di Bianchini costretto a lasciare il campo per problemi fisici dopo pochi minuti; dietro era Silvaggi a scalare a ruolo di centrale affianco a D'Addazio con Manocchia e Camporesi esterni.
Mister D'Eugenio dal canto suo scendeva a Penne con l'obiettivo dei tre punti schierando in avanti il temibile tandem Miani-Di Sante con i dinamici Emili e Capocasa (2000) esterni di centrocampo, dietro tornava titolare Sacchetti con Veccia al centro del campo.

L'inizio al piccolo trotto non lasciava presagire ad una gara entusiasmante e solo al 15' il primo spunto di cronaca era decisivo e sembrava incanalare la gara nei binari ideali per i padroni di casa: era un'azione travolgente di Di Ruocco sulla sinistra a propiziare il tutto con Rodia che si ritrovava un pallone in area a due passi dalla porta sguarnita, la conclusione dell'attaccante biancorosso era tuttavia stoppata con il braccio davanti la linea di porta dal centrocampista ospite Foglia, il signor Sciubba di Pescara non esitava nel decretare il rigore ed espellere il centrocampista rossoverde. Dagli undici metri Di Ruocco era freddo e superava Spinelli per la rete del vantaggio.
Malgrado la superiorità numerica erano tuttavia gli ospiti a salire in cattedra, i biancorossi privi dell'inventiva di Cacciatore faticavano a costruire azioni degne di nota sbagliando spesso anche le ripartenze. Dopo un tentativo sballato di Di Ruocco arrivava così il meritato pari albense con Sacchetti abile sul secondo palo a svettare su un calcio di punizione dalla destra infilando in porta la palla dell'1-1.

Dopo un primo tempo tutt'altro che esaltante il Penne provava a scuotersi nella ripresa ma pur mostrandosi incapace di alzare i ritmi riusciva se non altro a creare diverse occasioni ghiotte per sbloccarla: al 5' era ancora Di Ruocco ad apparecchiare la conclusione dal limite con palla al lato di un nulla, al 10' ancora l'attaccante campano era questa volta fermato provvidenzialmente in corner da un difensore ospite. Al 14' era il turno di Rodia (alto) mentre al 19' era provvidenziale Spinelli nell'alzare in corner una conclusione potente e precisa di Iannascoli dal limite dell'area.
Nel momento di maggior pressione pennese erano tuttavia gli ospiti a sfiorare il colpaccio con Miani che da buona posizione in area ciccava la sfera che si spegneva ampiamente a lato, poi i cambi che modificano le sorti dell'incontro con l'ingresso in campo di Rossi abile a dare vivacità al reparto avanzato pennese. Il finale era così molto più vivo: al 33' Rodia in area allargava troppo la conclusione da buona posizione, al 35' era invece il turno di D'Amico bravo in tuffo a disinnescare un piazzato dal limite di Veccia.
Al 39' il gol partita: Rodia illuminava per l'inserimento perfetto di Rossi che beffava la difesa albense ed a tu per tu con Spinelli lo fulminava con una conclusione precisa che faceva esplodere il Comunale.
Era la rete che decideva il match con mister Pavone che dava poi spazio anche a Marco Serti, terzo esordiente classe 2001 nella stagione in corso dopo Di Fazio e Giuseppetti.

La linea verde insomma paga, ed il successo permette così ai ragazzi di mister Pavone di staccare proprio l'Alba Adriatica in classifica ed agganciare la Renato Curi Angolana all'ottavo posto. Con due gare ancora da disputare i biancorossi hanno la possibilità di migliorare ulteriormente il proprio piazzamento.

IL TABELLINO:

PENNE-ALBA ADRIATICA 2-1 (1-1)

PENNE: D'Amico, Manocchia (33'st Cervoni), Camporesi, Donatangelo, D'Addazio, Silvaggi, Iannascoli, Reale (42'st Di Simone), Bianchini (18'pt Giuseppetti, 27'st Rossi), Rodia, Di Ruocco (45'st Serti). A disposizione: Di Norscia, Di Marcantonio. Allenatore: Pavone

ALBA ADRIATICA: Spinelli, Di Nicola, Casimirri, Veccia, Fabrizi, Sacchetti, Emili (33'st Picone), Foglia, Miani, Di Sante (12'st Florimbi, 45'st Njambe), Capocasa (12'st Passamonti). A disposizione: Santomo, Torrieri, Giorgi. Allenatore: D'Eugenio

Arbitro: Sciubba di Pescara

Reti: 17'pt rig.Di Ruocco (Penne), 30'st Sacchetti (Alba Adriatica), 39'st Rossi (Penne)

Ammoniti: Donatangelo (Penne), Spinelli, Di Sante (Alba Adriatica)

Espulso: al 16'pt Foglia (Alba Adriatica) per tocco di mano in area




------© riproduzione riservata