venerdì 15 novembre 2019

scritto da .

Serie D. Nel 28° turno regnano i pareggi (7) e le espulsioni (8)

Serie D. Nel 28° turno regnano i pareggi (7) e le espulsioni (8) Serie D. Nel 28° turno regnano i pareggi (7) e le espulsioni (8)
E’ stata la giornata dei pareggi (7 su 9 partite), dei rigori (6, tutti trasformati) e delle espulsioni (8). Il campionato è entrato nel vivo. Ma non per l’Ancona, che ha colto a Scoppito contro l’Amiternina il secondo pareggio consecutivo che porta a 5 punti il magro bottino dei dorici nelle ultime 6 partite. Un ruolino di marcia molto lento, che rischia di costare i playoff all’Ancona, ad oggi mantenuti solo perché l’Agnonese ha perso sul campo del San Cesareo (3-2) e la Vis Pesaro non è andata oltre il pareggio nello scontro diretto con l’Astrea (0-0). Il San Cesareo è in fuga: si è portato a +4 sulla Samb, approfittando del pareggio coltro in extremis dalla squadra di Palladini contro il Termoli, grazie a un rigore di Napolano al 90’. Nell’anticipo di sabato, frenata anche per la Maceratese (2-2 a San Nicolò). Chi sorride davvero è la Civitanovese, rinata a Recanati: il poker (4-1) salva la panchina di Cornacchini e per il momento tira fuori i rossoblù dai playout, mentre i leopardiani oggi sarebbero retrocessi direttamente in Eccellenza. 
Sono stati 24 i gol realizzati in questo 28° turno: tre le doppiette, segnate da Galli (Civitanovese), Hrustic (San Cesareo) e dal capocannoniere Sivilla (Agnonese), che sale così a quota 20 gol in campionato. 



© riproduzione riservata