domenica 22 luglio 2018

Promozione

scritto da .

Notaresco. Mario D’Alessandro risponde per le rime. Ecco le sue parole

Notaresco. Mario D’Alessandro risponde per le rime. Ecco le sue parole Notaresco. Mario D’Alessandro risponde per le rime. Ecco le sue parole

seguito del “comunicato ufficiale da parte di coloro  i quali avrebbero dovuto traghettare il club fino a fine stagione” si precisa quanto segue:

1. Non corrisponde a verità la mancata riconsegna della squadra al  sig. sindaco poiché in data 19/12 u.s. alle ore 17,40 (vedilett. prot. pec allegato), PEC DEL 26.10 U.S., PEC DEL 04.11 U.S., PEC DEL 27.11 U.S., PEC DEL 04.12 U.S.,potremmo proseguire, essendo venuto a conoscenza per vie informali che non sussistevano da parte dei presunti subentranti le minine condizioni di continuità, ho prontamente formalizzato quanto avevo già preannunciato.Tutto ciò è supportato da precedenti missive da parte della società (di cui sopra) tutte prive di risposte da parte dell’amministrazione comunale;

2. La società asd Notaresco calcio 1924 gestito dallo scrivente non ha alcuna posizione debitoria così come già certificata dal consulente della società.

Tutta la documentazione è a disposizione a chiunque volesse rilevare con serietà e con onestà intellettuale la gestione e le sorti di questo sodalizio sportivo. Nel corso degli anni in cui la mia famiglia ha presieduto la società mi ha sempre contraddistinto la trasparenza amministrativa salvagurdando spesso  l’aspetto finananziario a quello sportivo pertanto diffido chiunque possa diffondere notizie false riservandomi di agire a tutela in ogni sede opportuna. 

3. Nessun prezzo è stato trattato per la cessione della società ma si sono quantificati i costi di gestione per terminare lacorrente gestione sportiva e posso comprendere oggi che tutte le illazioni formulate alla stampa da parte di questi presunti nuovi gestori avevano altri fini lungi da quelli che tutta la comunità notareschina auspicava.

Tengo a precisare che il tempo per tesserare o ritesserare gli svincolati come da loro richiestomi nel caso in cui non si fosse formalizzata la gestione era ed è anche oggi ampiamente sufficiente evidentemente posso pensare che gli atlettesserati paraltro anche i locali  (molti di loro me lo hanno riferito) non avevano garanzie sufficienti sul progetto sportivo per continuare l’attività nella loro città. In questo modo abbiamo sfatato un’altra fantasiosa bugia messo ad arte da qualche persona che di certo non ama questo sport e questa società. La mia soddisfazione è stata quando in particolare i calciatori locali mi hanno manifestato tutta la loro insoddisfazione se fossi andato via chiedendomi in tal caso di essere svincolati. Così anche tutti gli altri calciatori che erano nell’organico della società hanno preferito andar via. Queste sono le verità di un fallimento appena iniziato da parte di chi avrebbe voluto sostituirmi nella gestione della società.

Tuttavia devo  riconoscere a questi presunti acquirenti il fiuto  nell’ aver compreso da subito le promesse di pulcinella fatte a loro da parte del sindaco per gestire la squadra sportiva ....peciò hanno preferito abdicare..... Io purtroppo l’ho capito dopo vari anni.

In tanti hanno sperato che andassi via cosa che ho fatto, va ricordato che abbiamo ereditato una società fallimentare alcuni anni fa dopo due retrocessioni consecutive. Abbiamo vinto al primo tentativo il campionato di Prima categoria e disputato ben cinque campionati di Promozione con ottimi risultati schierando diversi giocatori under con la soddisfazione di aver vinto per ben due anni consecutivi il premio per la squadra con l’età media più bassaAbbiamo ridato credibilità e certezze a una società in cui nessun calciatore voleva vestire tale maglia, in questi anni abbiamo allestito ottimi organici con giocatori importanti per la categoria. Il mio compito è terminato ora gli altri provino ad eguagliarmi. Ne riparliamo tra qualche decennio. 

Mario D’Alessandro.




------© riproduzione riservata