domenica 22 aprile 2018

Promozione

scritto da .

Gir.A. Promozione, il pagellone di fine anno

Gir.A. Promozione, il pagellone di fine anno Gir.A. Promozione, il pagellone di fine anno

Si chiude l'anno solare 2017. Con esso è anche tempo del tanto atteso pagellone del campionato di Promozione, scopriamolo insieme.

Cominciamo dalla capolista:

PONTEVOMANO: Si chiude in vetta al girone A del campiuonato di Promozione a quota 43 punti. Se dovessimo valutare la stagione sino ad oggi (quella attuale), un dieci non sarebbe assolutamente un torto ma non va dimenticato che la permanenza dei gialloneri nel secondo campionato regionale in ordine di importanza è passata per la finale play out contro il San Benedetto dei Marsi, dopo anni passati a lottare per il salto in Eccellenza.

Quello 0-0 alla fine dei tempi supplementari premiò i termani per la miglior posizione di classifica. Considerando l'inizio del nuovo campionato e il cammino intrapreso, dopo alcune stagioni anche il Pontevomano può iniziare a pensare ad una promozione diretta senza passare per i play off, anche perchè non converrebbe considerati gli ultimi precedenti. Voto 8.

VIRTUS TERAMO: Una retrocessione sul groppone, tanti stravolgimenti e la forza di ripartire per ritentare la scalata al massimo campionato regionale. Con la forza di un settore giovanile alle spalle ma con le mille problematiche dell'impiantistica. Nonostante ciò la rosa allestita per il campionato di Promozione vede la presenza di nomi eccellenti per la categoria ma qualche punto per starda è stato sicuramente perso. Occorre dare di più visti i presupposti ma c'è tempo. VOTO 7.

LUCO: Sui biancazzurri ne abbiamo raccontate tante. Dalla crisi alla rinascita. Oggi gli sportivi luchesi sognano in grande come già fecero nella finale play off persa contro la Torrese qulche mese fa per l'approdo in Eccellenza. Considerando da come si era partiti un anno fa, solo cose positive. VOTO 8.

SAN GREGORIO: E' praticamente la terza squadra per ordine di importanza presente nel capoluogo. Potrebbe tranquillamente considerarsi la prima se si considera che l'Amiternina fa parte di un'altro Comune (Scoppito) e L'Aquila Calcio è da inserire nei migliori libri di barzellette. Solo questo può bastare per far capire che in qualsiasi momento, l'asticella potrebbe alzarsi. Molti cambiamenti, tanti giocatori storici non ci sono più ma il risultato è sempre positivo. Adesso è il momento di battere le mani al San Gregorio di Roberto De Angelis. VOTO 9.

FONTANELLE: Come ogni anno tanta positività e con passi mai più lunghi della gamba. La salvezza anche quest'anno non è assolutamente un rebus ma una certezza raggiunta già a metà stagione. Bravi. VOTO 8.

CELANO MARSICA: Per l'importanza della piazza e delle categorie nelle quali si è navigato si fa comunque fatica a capire di che pasta sia fatto questo Celano. Oggic'è, domani non si sa. L'arrivo di Ciocci in panchina sta comunque portando risultati positivi. Stando ai numeri ci sarebbero ancora le possibilità per lottare tra le prime posizioni, a patto che poi non si riparta dal rebus iscrizione si- iscrizione no. VOTO 6.5

PIANO DELLA LENTE: Un camino che ha portato alla promozione dalla Prima Categoria e oggi al settimo posto. Non male per una neopromossa. La programmazione è stata finora vincente. Gli investimenti anche. VOTO 9

PUCETTA: Un'altra storia favolosa quella della piccolissima realtà marsicana. Una storica cavalcata culminata con la vittoria del campionato e dove la concorrenza è stata serrata per tutta la stagione. Un certosino lavoro sui giovani che rende la compagine del duo Macerola - Cotturone una certezza.

Confermatisi nel nuovo campionato, dopo un inizio shock, che avrebbe steso un elefante si è arrivati ad affilare una serie di risultati utili da primato. Anche per loro la salvezza è davvero alla portata e allora si che sarebbe la ciliegina sulla torta. VOTO 9.

COLOGNA CALCIO: Il lavoro di questa società è un pò come fanno le formiche. Tanto piccola quanto grande nel lavoro che svolge sui propri giovani. VOTO 8.5

ROSETANA: Anche quì un'altra neopromossa che non sta facendo troppa fatica. Per un comune come Roseto è però il minimo che si può fare e se ci fosse ancora più ambizione sarebbe il top. VOTO 7.5

MOSCIANO: Undicesimo posto nella stagione attuale. Lo scorso anno una salvezza per via dell'abbissale divario sul Controguerra. Ma con la sensazione che qualcosa sta migliorando. VOTO 6

MORRO D'ORO: L'amor proprio sui colori biancorossi ha superato le problematiche di inizio stagione. Ha pesato e non poco la retrocessione dello scorso campionato in Eccellenza. La vittoria nel derby e la super rimonta sul Mosciano potrebbero aver dato la sveglia giusta. VOTO 6.

NUOVA SANTEGIDIESE: Una totale involuzione rispetto ai 60 punti del campionato 16-17. Il cambio societario ha forse bisogno di tempo. Nota a margine, che peccato tutte quelle multe! VOTO 5.

SANT'OMERO PALMENSE: Stesso discorso della Sant. Rispetto al campionato passato un cambiamento davvero incredibile. VOTO 5.

ALBA MONTAUREI: 17 punti finora totalizzati ma la squdra di mister Di Luigi sembra non demordere mai. Al momento però qualche difficoltà si registra e la sconfitta 5-0 nello scontro diretto con la Palmense è costata l'aggancio dei vibratiani. VOTO 5.5.

MUTIGNANO: Un'ascesa che è andata però al contrario delle stagioni passate. La scomparsa di Augusta Clabots, storica fondatrice del club pinetese, è un brutto colpo per il morale che non era di certo al massimo. C'è però ancora tempo per tentare una risalita. VOTO 5.5.

NOTARESCO: Ne abbiamo parlato e ascoltato le vicissitudini. Squadra che praticamente non fa più campionato a metà stagione attuale. s.v.

TOSSICIA: Troppi problemi in partenza. L'ennesima storica salvezza ora sembra un obiettivo forse impossibile. VOTO 5.

BUON 2018!




------© riproduzione riservata