lunedì 20 novembre 2017

Eccellenza

scritto da .

Penne, a Canistro arriva il 1^squillo esterno: battuto il Paterno (0-1)

Franco Carpegna (Foto I.K6MSN) Franco Carpegna (Foto I.K6MSN)

Un Penne tosto e quadrato, un D'Amico super ed un guizzo di Carpegna, abile a finalizzare una splendida azione corale dei biancorossi a pochi minuti dal termine, regalano il primo successo esterno stagionale su un campo durissimo come quello del Paterno al cospetto di una squadra costruita per il salto di categoria. Gara di alta intensità quella dei biancorossi che nel primo tempo si divorano in maniera clamorosa il vantaggio con Rodia che spreca a tu per tu col portiere di casa, poi nel finale di frazione è un D'Amico stratosferico a negare il vantaggio ai locali. Equilibrata anche la ripresa con i padroni di casa che spingono e colgono una traversa con Giglio, il Penne è tuttavia bravo a tenere e nel finale a colpire quando Reale riceve palla in area ed attende l'inserimento perfetto di Carpegna che da due passi fulmina l'estremo di casa per il gol partita.

Dopo il pari casalingo con il Sambuceto, mister Giandomenico conferma gli undici effettivi schierando i suoi con un compatto 3-5-2 inserendo ancora dal primo minuto Di Martino sull'out destro ed affidando le operazioni offensive al tandem Rodia-Cacciatore con Orta di nuovo in panchina.
Sul fronte opposto l'ex tecnico Tonino Torti schiera Giglio e Lepre in avanti supportati da Severoni e Baraldi sugli esterni, rinuncia dal primo minuto a Gaeta e Kabasele mentre  a centrocampo c'è l'ex Teramo Della Penna a dettare i tempi.

Il primo tempo è ben giocato dai biancorossi che puntano sulle ripartenze costringendo spesso al fallo tattico i locali che in quaranta minuti collezioneranno già tre gialli. Primo spunto di cronaca tuttavia di marca Paterno che al 7' riesce a trovare un varco nell'attenta difesa pennese presentando Miocchi a tu per tu con D'Amico che in uscita è bravo a chiudere lo specchio al centrocampista marsicano dando i primi segnali sulla sua giornata di grazia.
Il Penne dal canto suo non sta a guardare ed al 14' ci prova con Di Martino che in area incorna un cross dalla sinistra di Carpegna ma manda a lato.
I biancorossi tengono benissimo il campo tanto che il Paterno fatica a creare occasioni e soffre clamorosamente sulle ripartenze; ed è proprio su una di queste che i biancorossi sfiorano il vantaggio al 34' quando Rodia prende il tempo alla difesa di casa e si invola tutto solo davanti a Cattafesta, sembra fatta ma l'esterno biancorosso calcia male un pallone su cui l'estremo di casa si distende e devia in corner.
Scampato il pericolo il Paterno torna a farsi vivo al 37' con una gran conclusione dalla distanza di Della Penna su cui D'Amico è attento; D'Amico provvidenziale tuttavia qualche minuto dopo in pieno pericolo quando Baraldi dal vertice sinistro dell'area tutto solo calcia sul secondo palo: l'estremo pennese è tuttavia superlativo nel tuffarsi e deviare la conclusione potente e precisa dell'esterno di casa.

Al rientro dagli spogliatoi l'andazzo della partita non sembra mutare più di tanto, le occasioni da rete tuttavia sono più scarse rispetto alla prima frazione. Al 15' ancora D'Amico dice di no su una potente conclusione dalla distanza di Severoni, al 19' Rodia mette il turbo ma viene atterrato al limite dell'area; alla battuta della punizione va Cacciatore che manda alto.
Penne che rischia al 28' quando Giglio, esperto bomber ex L'Aquila e Giulianova, inventa una girata perfetta al volo in piena area di rigore che si spegne sulla traversa. Lo stesso Giglio al 34' di testa manda alto non di molto.
Mister Torti prova a vincerla mettendo dentro Kabasele, il Penne da tuttavia l'impressione di poter far male ed al 38' inventa la rete della vittoria: azione che parte dall'out destro con un tocco centrale che innesca Rodia il quale serve Cacciatore che in area di tacco libera Reale abile ad attendere l'inserimento di Carpegna ed appoggiargli un pallone sul primo palo che il terzino biancorosso scarica in porta superando Cattafesta tra il delirio del folto pubblico pennese giunto fino a Canistro.
Il Paterno ora prova il tutto per tutto e mette dentro anche Gaeta, i nerazzurri tuttavia sono pericolosi con un colpo di testa a lato del solito Giglio ed in pieno recupero al 48' quando Kabasele si ritrova un buon pallone sul primo palo dopo una serie di rimpalli ma da due passi spara alto.

Alla fine il triplice fischio sancisce così il primo successo esterno stagionale di un Penne che sembra aver trovato la giusta quadratura. Fa notizia, oltre al primo successo in trasferta, anche il fatto di non aver subito reti cosa che non succedeva dalla prima giornata (Penne-Amiternina 1-0).
Una vittoria che si spera possa finalmente sbloccare una squadra che dopo il pari interno col Sambuceto sale ora a metà classifica in attesa del match di domenica contro il River Chieti.

IL TABELLINO:

PATERNO-PENNE 0-1 (0-0)

PATERNO: Cattafesta, Iaboni (40'st Gaeta), Rinaldi, Miocchi, Di Stefano, Tabacco (32'st Franchi), Baraldi, Della Penna, Lepre, Severoni (27'st Kabasele), Giglio. Allenatore: Torti

PENNE: D'Amico, Di Martino (30'st Coletta), Carpegna, Silvaggi, D'Addazio, Ballanti, Rodia, Pagliuca, Reale (41'st Di Teodoro), Cacciatore (45'st Orta), Savini. Allenatore: Giandomenico

Arbitro: Iannella de L'Aquila

Rete: 38'st Carpegna

Ammoniti: Severoni, Baraldi, Della Penna, Iaboni, Di Stefano (Paterno); Silvaggi (Penne) 

------© riproduzione riservata