sabato 16 dicembre 2017

Eccellenza

scritto da .

Finale play off. Alba-Francavilla (1-3). Parola a Paciarella e Di Serafino

Pasquale Di Serafino Pasquale Di Serafino

Nell'ultimo atto della fase regionale play off, il Francavilla supera 3-1 l'Alba Adriatica e domenica prossima, nel 1^turno nazionale, affronterà gli umbri dell'Angelana, che a loro volta hanno chiuso gli impegni regionali con il 2-2 contro il Ventinella. Le reti che hanno sancito il successo giallorosso portano le firme di Galli, Rodia e Miccichè. Negli spogliatoi abbiamo raccolto le impressioni del DS del Francavilla Tonino Paciarella e del tecnico albense Pasquale Di Serafino. nella finale tra le mura amiche  sua volta egli spareggi

"Faccio i complimenti alla squadra e a mister Montani per aver preparato alla perfezione questa finale". Esordise cosi Paciarella.  "Il gol dopo pochi secondi di gioco-continua- ha incanalato sui giusti binari la nostra gara. Nonostante il vantaggio, però, la prima frazione è stata equilibrata con l'Alba che ha provato a reagire. Nella ripresa siamo usciti e, a tratti, abbiamo volutamente lasciato l'iniziativa agli avversari, per poi colpire su azione di rimessa. Proprio da due ripartenze sono arrivate le nostre reti che hanno chiuso la gara. Prestazione a parte, la squadra ha dimostrato di star bene sia fisicamente che mentalmente. Adesso-conclude-ci prepareremo per la sfida di domenica prossima contro gli umbri dell'Angelana, consci delle difficoltà ma anche del nostro potenziale".

"Complimenti al Francavilla per il successo odierno. Auguro loro le migliori fortune nella fase nazionale. Sportivo e mai sopra le righe, il tecnico albense Di Serafino, riconosce i meriti alla squadra avversaria. "Purtroppo-continua-il gol preso dopo appena 18 secondi ci ha condizionato. I ragazzi, però, non si sono demoralizzati ed hanno provato a recuperare il punteggio, dando vita ad un match equilibrato. Nella ripresa siamo partiti meglio dei nostri avversari e nei primi minuti abbiamo fatto vedere qualcosa i più, sino al gol del 2-0, che ha chiuso i giochi. Dispiace-spiega-perdere in finale, ma al contempo ringrazio i ragazzi per avermi regalato una stagione andata ben oltre le più rosee previsioni di inizio anno. La stagione che va a concludersi oggi resterà nella storia di questa società".

Circa il suo futuro:"La mia esperienza sulla panchina dell'Alba Adriatica finisce qui. Dopo 5 anni, conditi da 4 salvezze e culminati con la finale play off, credo sia giusto lasciare. Anche per una questione motivazionale. Mi corre l'obbligo, però, di dire grazie a tutta la dirigenza rossoverde per avermi dato la possibilità di allenare questa squadra. L'Alba-conclude-resterà nel mio cuore".

------© riproduzione riservata