sabato 21 ottobre 2017

Serie D

scritto da .

Minincleri: 'Siamo rimasti soli, L'Aquila non merita questo. Qualcuno si svegli. Tripletta dedicata a mamma e gruppo'

Minincleri nella sala stampa di Monterosi Minincleri nella sala stampa di Monterosi

"Una finale che volevamo fortemente - racconta il match winner Simone Mincincleri - Contro una squadra di prima fascia come il Monterosi penso sia uscito fuori un bellissimo spettacolo per tutti, perché è stata una partita di categoria superiore. Ce la siamo meritata per quello che stiamo passando, cercheremo di andare a Rieti e metterci tutte le nostre energie per un piccolo sogno che è diventato difficile. A un certo punto del campionato sembrava tutto perso, invece ora siamo a giocarci qualcosa di importante che ci deve inorgoglire.
La chiave della partita è stato quando ci siamo messi col 4-2-3-1.
 
Ringrazio per gli elogi per la tripletta, ma colgo l'occasione per dire da capitano che dopo il Flaminia siamo rimasti soli - continua Minincleri addentrandosi nel passaggio più significativo della sua intervista - Oltre ai calciatori che hanno deciso di andar via, è andata via anche una parte di società. A parte Ianni, Ranucci e Aureli non si è visto più nessuno. Siamo andati avanti con le nostre sole energie e quindi va dato ancor più merito alla squadra. Non si vede nessuno al campo, tantomeno fuori. E penso che un capoluogo di regione non meriti tutto ciò e noi ce la stiamo mettendo tutta dal punto di vista sportivo ma spero che le cose si sistemino perché i tifosi non meritano questo, i miei tifosi voglio sentirli cantare, non scioperare come fanno giustamente. Io faccio un appello perché siamo rimasti veramente soli. Volevamo farlo prima di Monterosi ma abbiamo preferito concentrarci sulla partita. Ora la finale va affrontata con tutte le nostre energie. Io in primis a metà anno pensavo di vincerlo il campionato, poi è successa una serie di cose clamorosa, che una città come L'Aquila non merita. Spero che i miei gol servano per svegliare qualcuno, perché questi ragazzi ci stanno mettendo il cuore. Dediche? Oggi è la festa della mamma, quindi casca a pennello. Dedicata a lei e con tutti i miei compagni con cui ho lottato fino all'ultimo".
 
PER ASCOLTARE L'INTERVISTA AUDIO COMPLETA CLICCA SUL FILE AUDIO IN BASSO 
© riproduzione riservata

  • Minincleri